Annunciato il docufilm sul Rockfield Studio: tra i protagonisti anche Robert Plant, Ozzy Osbourne e Liam Gallagher. Guarda il trailer

È sicuramente uno dei luoghi più importanti nella storia della musica moderna mondiale e tra le sue mura sono stati creati alcuni dei capolavori rock più importanti e leggendari di sempre: all’interno del Rockfield Studio nel Monmouthshire.

Dentro quello studio di registrazione, costruito in una fattoria del Galles in mezzo al nulla più totale, sono stati registrati alcuni dei dischi più importanti per circa cinque decenni tra Queen, Oasis, Black Sabbath, Stone Roses, RushMotorhead solo per citarne alcuni. Ora la storia di quella leggendaria fattoria sarà raccontata in un nuovo docufilm con protagonisti tra gli altri anche Ozzy Osbourne, Robert PlantLiam Gallagher, Coldplay e Simple Minds

Diretto da Hannah Berryman, Rockfield: The Studio on the Farm racconterà, attraverso le esperienze personali di coloro che hanno frequentato e lavorato nello studio negli anni passati, i segerti e le impressioni di un luogo unico nella storia della musica. e catturando le loro storie dall’esperienza di registrazione unica. La fattoria Rockfield apparteneva alla famiglia Ward, che acquistò la tenuta Amberly Court Farm all’inizio degli anni ’50. I figli Kingsley e Charles iniziarono a registrare la propria musica all’interno della fattoria già nel 1963, decidendo poi di convertire parte della tenuta in uno studio di registrazione.

Senza rendersene conto la famiglia aveva creato in assoluto il primo studio di registrazione, con annessa residenza per i musicisti, al mondo.

Oltre a raccontare la storia dello studio di registrazione, il film vuole parlare anche delle dinamiche all’interno di un gruppo rock, dei rapporti interpersonali e di come una convivenza così forzata e prolungata tra i membri di una band possa far nascere capolavori musicali inarrivabili o distruggere per sempre i rapporti di lavoro o amicizia. A tal proposito la regista del film, Hannah Berryman, ha dichiarato: “quell’intensità ha quasi distrutto alcune band, ma ha anche prodotto brani che hanno resistito alla prova del tempo, e forse all’interno di quei pezzi è possibile sentire tutto quello che è successo in questa fattoria isolata, dal piacere al dolore“.

Negli anni sono passati all’interno di quelle stanze vere e proprie leggende del rock mondiale come Black Sabbath, Rush, Queen, Oasis, Simple Minds, Judas Priest, Motorhead e tanti altri, facendo diventare la fattoria Rockfield uno degli studi di registrazione più ambiti nella storia della musica. 

Rockfield: The Studio on the Farm sarà pubblicato il prossimo 14 maggio da Abramorama

Fonte : Virgin Radio