Aston Villa-Manchester City 1-2

Lo svantaggio iniziale non ha spaventato più di tanto il Manchester City di Josep Guardiola che è riuscito a ribaltare totalmente l’esito del match giocato contro l’Aston Villa. Per la squadra capitanata da Mings si è passati dalla soddisfazione per aver sbloccato il match a proprio favore, alla delusione per aver gettato al vento punti preziosi. Tutto il contrario di quello che hanno provato in casa Manchester City. Guardiola decide di schierare la sua squadra con il giusto mix tra propensione offensiva ed equilibrio difensivo; Aston Villa che però è protagonista del primo momento clou della sfida: come detto sono proprio gli uomini di Smith a passare per primi quando sul cronometro ci sono 1minuti. La gestione del vantaggio però non risulta così semplice. Il Manchester City infatti alza il baricentro, prende campo e si presenta sempre più spesso in area avversaria anche se ogni tanto offre il fianco al contropiede. La costante spinta offensiva porta al ribaltamento del punteggio. E’ Hernández Cascante a firmare la rete del definitivo sorpasso. Il finale premia il Manchester City che porta a casa i tre punti vincendo per 2-1 E’ stata una partita dura, giocata con molto agonismo. John Stones per il Manchester City è stato il primo giocatore ad essere espulso, a causa di un rosso diretto al 44°. Mentre al minuto 57 nell’Aston Villa, anche Matthew Cash è stato punito con il cartellino rosso.

L’Aston Villa è riuscita a portarsi in vantaggio grazie ad un gol di John McGinn al 1°, ma il Manchester City ha risposto al 22° minuto con la rete di Phil Foden. La rimonta per il Manchester City è arrivata con Rodrigo, che ha chiuso il primo tempo con il risultato di 2-1.

Nel Manchester City, il ruolo di assistman va ad un pimpante Bernardo Silva capace di fornirne 2. Il passaggio decisivo per la rete dell’Aston Villa è stato di Ollie Watkins.

A conferma del risultato finale, il Manchester City ha avuto il controllo del match: ha dominato il possesso palla (72%), ha effettuato più tiri (13-8), e ha battuto più calci d’angolo (11-1).

Gli ospiti hanno avuto un netto predominio nel numero di passaggi completati (735-236): si sono distinti Ilkay Gündogan (108), Rodrigo (107) e Oleksandr Zinchenko (94). Per i padroni di casa, Tyrone Mings è stato il giocatore più preciso con 41 passaggi riusciti.

Phil Foden è stato il giocatore che ha tirato di più per il Manchester City: 3 volte di cui 1 nello specchio della porta. Per l’Aston Villa è stato Douglas Luiz a provarci con maggiore insistenza concludendo 3 volte, di cui 1 nello specchio della porta.
Nel Manchester City, il centrocampista Bernardo Silva pur senza brillare è stato il migliore dei suoi per contrasti vinti (6, ma con un numero uguale di duelli persi). Per la stessa statistica, nelle fila dell’Aston Villa, si è distinto l’attaccante Watkins con 8 contrasti vinti.

Aston Villa: E.Martínez, T.Mings (Cap.), M.Cash, M.Targett, E.Konsa Ngoyo, J.McGinn, B.Traoré, M.Nakamba, J.Ramsey, Douglas Luiz, O.Watkins. All: Dean Smith
A disposizione: R.Barkley, K.Davis, T.Heaton, N.Taylor, Ahmed El Mohamady, A.El Ghazi, C.Chukwuemeka, K.Hause, B.Engels.
Cambi: K.Davis <-> J.Ramsey (45′), R.Barkley <-> M.Nakamba (63′), A.El Ghazi <-> B.Traoré (75′)

Manchester City: Ederson, J.Stones, K.Walker, O.Zinchenko, Rúben Dias, Rodrigo, I.Gündogan (Cap.), Bernardo Silva, P.Foden, Gabriel Jesus, R.Mahrez. All: Josep Guardiola
A disposizione: B.Mendy , Z.Steffen, Fernandinho, João Cancelo, R.Sterling, A.Laporte, E.García, F.Torres, N.Aké.
Cambi: A.Laporte <-> G.de Jesus (45′), F.Luiz Rosa <-> R.Mahrez (90′)

Reti: 1′ McGinn (Aston Villa), 22′ Foden (Manchester City), 40′ Rodrigo (Manchester City).
Ammonizioni: I.Gündogan, M.Cash
Espulsioni: Stones (44°), Stones (44°) nel Manchester City e Cash (57°)nell’Aston Villa

Stadio: Villa Park
Arbitro: Peter Bankes

Contenuto creato con software di intelligenza artificiale

Fonte : Sky Sport