Vittorio Brumotti picchiato a Roma: “E’ stata l’aggressione più feroce della mia vita”

R.M. 21 aprile 2021 18:16

E’ ancora sotto shock Vittorio Brumotti, vittima di un violento attacco martedì mentre registrava un servizio sullo spaccio di droga al Quarticciolo, un quartiere periferico di Roma. “Mi hanno dato calci sulla schiena e sui reni, sbattuto la faccia contro il furgone della troupe, che è stato distrutto, spaccato la bici” ha raccontato l’inviato di Striscia la Notizia, aggiungendo: “I tutto condito dalle solite minacce di morte e nonostante la presenza delle forze dell’ordine, che hanno fatto il massimo per proteggermi”.

Non è il primo episodio di violenza ai danni del biker, che da anni documenta lo spaccio, ma assicura: “E’ stata l’aggressione più feroce della mia vita”. Brumotti si trovava da tre giorni nel quartiere: “Si spaccia a cielo aperto, lungo la strada – spiega – Una situazione ingestibile, con pusher, sentinelle e picchiatori dietro i quali c’è una potente famiglia della ‘Ndrangheta”. 

Da anni bersaglio di criminali e malviventi, la battaglia di Vittorio Brumotti in supporto dei cittadini esasperati per il dilagare della droga nelle loro comunità, continua. Nonostante ci sia, sui social, chi non perde occasione per fomentare odio nei suoi confronti, tra cui chef Rubio che ha invocato “più botte” per il biker. “Chef Rubio ha giocato a rugby, ma evidentemente si è dimenticato i valori di quello sport – replica l’inviato di Striscia – Io mi faccio scudo con i tanti messaggi di solidarietà che ho ricevuto dai disabili, dalle mamme e dalle persone più fragili che mi chiedono di intervenire in queste situazioni di degrado”. Il servizio integrale sarà trasmesso giovedì 22 aprile all’interno di Striscia la notizia.

Continua a leggere su Today.it

Fonte : Today