Army of the Dead, Zack Snyder: “Ricreare Las Vegas è stato problematico”

Esattamente tra un mese Army of the Dead debutterà sulla piattaforma digitale Netflix e così il regista Zack Snyder è ora in piena campagna promozionale per il suo ritorno alla regia, passata la sbornia incredibile per il suo Zack Snyder’s Justice League uscito in streaming su HBO Max lo scorso marzo. Il regista ha parlato del suo lavoro sul set.

Tra le tante imprese della produzione, come raccontato dallo stesso Snyder e dalla moglie e partner produttiva Deborah Snyder, c’è stata quella di trovare la location giusta per ricreare il set di una Las Vegas completamente distrutta, dato che non era affatto possibile bloccare un intero segmento della città per le riprese del film. La scelta è quindi ricaduta su Atlantic City (ricordiamo che le riprese si sono svolte alla fine del 2019).

E’ stato veramente difficile. Perché dovete immaginare che Las Vegas non chiude i suoi casinò, così ci abbiamo anche pensato, ma dovevamo anche mettere tutto sotto sopra, quindi anche quella parte sarebbe stata problematica. I casinò non sono progettati per avere le luci spente del tutto a un certo punto. Letteralmente nemmeno sapevano dove fossero gli interruttori. Era folle. Dicevo: ‘Potete spegnere le luci? e loro: ‘Cosa? Le luci qui non vengono spente da 20 anni’. Così potete immaginare che nei casinò più grandi che hanno della gente dentro sarebbe stato problematico girare“.

Come è stato risolto il problema quindi? Lo spiega Deborah Snyder: “Il nostro reparto effetti visivi è a Las Vegas questa settimana. Si trovava lì anche la scorsa settimana per fare un po’ di scan, poi abbiamo fatto delle riprese in elicottero per avere un’idea della geometria del luogo di tutta Las Vegas. Quindi l’abbiamo ricreata partendo da lì“.

Army of the Dead arriverà su Netflix il 21 maggio (dopo un passaggio in alcune sale selezionate a partire dal 14 maggio negli USA), e molto presto il franchise si espanderà con il prequel Army of the Thieves, una serie animata e un possibile sequel del film principale.

Fonte : Everyeye