Seoul, moglie dell’ambasciatore belga schiaffeggia due negozianti: scambiata per una ladra

La prima è stata colpita alla nuca, l’altra al volto. La polizia ha aperto un’indagine. La donna ha però copertura diplomatica. Lo sdegno dei netizen sudcoreani. Chiesta la cacciata dell’ambasciatore e della sua consorte. L’assalitrice nel mirino dell’opinione pubblica anche per la sua origine cinese.

Seoul (AsiaNews/Agenzie) – Scambiata per una ladra, la moglie dell’ambasciatore belga in Corea del Sud ha schiaffeggiato l’esercente e una commessa di un negozio di abbigliamento della capitale. I titolari dell’esercizio hanno pubblicato ieri il video dell’aggressione; il fatto è avvenuto il 9 aprile, provocando lo sdegno dell’opinione pubblica sudcoreana.

Nelle immagini si vede  la signora Xiang Xueqiu che prima colpisce alla nuca la commessa, e poi al viso la negoziante. Dopo lo schiaffo, quest’ultima rimarrà con il volto gonfio e un occhio iniettato di sangue. La polizia ha aperto un’indagine; in quanto moglie di un diplomatico, Xiang non è però perseguibile dalla giustizia locale.

L’esercente del negozio ha affermato di non aver ricevuto scuse. Nel frattempo nei social media si è scatenata un’ondata di proteste. I netizen sudcoreani chiedono la cacciata dell’ambasciatore Peter Lescouhier e della sua consorte, oltre al pagamento di un adeguato risarcimento. In molti post, essi sottolineano anche l’origine cinese di Xiang, riflesso di una percezione negativa della Cina data in crescita in Corea del Sud.

Al momento l’ambasciata belga a Seoul e le autorità di Bruxelles non hanno rilasciato alcuna dichiarazione sull’accaduto.

Fonte : Asia