Donnavventura: il Friuli Venezia Giulia, tra natura, storia e tradizioni

In viaggio lungo il fiume Tagliamento e nella regione del Collio

Ha sicuramente una bellezza selvaggia, si muove sinuoso da nord a sud, attraversando il suo corso originale. Questo fiume ha valore naturalistico e ambientale inestimabile, poiché si tratta del fiume alpino a carattere torrentizio che ha subito meno l’intervento dell’uomo, e per questo motivo il suo ecosistema fluviale è considerato un sistema ecologico di riferimento a livello europeo.

Difficile non rimanere incantati dalle sue sfumature d’azzurro che virano al blu profondo una volta arrivato al Mar Adriatico.
 Il suo ampio letto forma suggestive anse e spiagge selvagge. La pace e il silenzio qui regnano sovrane.
Il Tagliamento è anche il fiume della Grande Guerra; le battaglie su questo fiume rallentarono l’offensiva nemica e permisero di organizzare una solida difesa sul Piave.

Imperdibile ed emozionante la Riserva naturale foce dell’Isonzo dove vivono allo stato brado i cavalli bianchi della Camargue. 
In loro compagnia si possono fare escursioni, attività equestri o anche solo avere il piacere di accarezzarli o dare loro da mangiare. Hanno un carattere molto docile e si fanno avvicinare senza alcun timore.
Per una piccola pausa dal sapore friulano, Casa Rossa ai Colli è un esclusivo agriturismo fuori dal tempo, fonte di pace e serenità, adatto per assaporare i piatti tipici della tradizione friulana con prodotti a chilometro zero. 

All’estremo lembo orientale della regione, a ridosso del confine con la Slovenia, si trova il Collio, un territorio collinare famoso per i suoi vini, in cui si ritrova l’armonia con la natura e si riscopre il tempo a misura d’uomo, scandito dagli antichi ritmi rurali. 
Visitiamo l’azienda agricola Edi Keber e ci facciamo raccontare il metodo biodinamico utilizzato ormai da generazioni per produrre il tipico vino del Collio.

Il Friuli Venezia Giulia è un territorio ospitale, ricco di tradizioni e imperdibili scorci naturali, assolutamente da visitare.

Fonte : TgCom