Zack Snyder ha già testato la rivoluzionaria tecnologia di The Mandalorian: ecco come

Conosciuta come StageCraft o “The Volume”, la rivoluzionaria tecnologia utilizzata per le riprese di The Mandalorian e basata sui cosiddetti “Led walls” sembra ormai destinata a cambiare il modo di realizzare i progetti audio-visivi ad alto budget.

Dopo il successo ottenuto dalla serie di Star Wars, sono già diversi i titoli ad avere in programma di sostituire (in parte o addirittura del tutto) il buon vecchio green screen, tra cui i film Marvel Thor: Love and Thunder e Guardiani della Galassia vol.3, e a quanto pare di recente è entrato in contatto con la tecnologia sviluppata dalla ILM anche Zack Snyder.

Duranta una recente ospitata al Justice Con, infatti, il regista di Justice League ha rivelato di aver utilizzato lo StageCraft per una serie di test. “Sì, di recente ho fatto un sacco di test con i LED Wall. Ci sono un sacco di demo. Le abbiamo provate un po’ e ho girato parecchie cose” ha dichiarato Snyder. “Hanno fatto una grande demo per me, in modo che potessi vedere come funzionava. È molto nelle mie corde. Ero tipo ‘Ragazzi, posso farlo in 10 secondi. Ok, dammi la camera, giriamo qualcosa.’ Ho girato insieme ad Eli, sembrava davvero bello. Ad essere onesto, mi è piaciuto molto. È stato bello e motlo divertente, e ho pensato che ci fosse un enorme potenziale per realizzare qualcosa di interessante.”

A proposito di Snyder, vi ricordiamo che nei giorni scorsi il filmmaker ha presentato il trailer ufficiale di Army of the Dead.

Fonte : Everyeye