Perché la Nasa ha fatto volare un drone su Marte

L’elicotterino Ingenuity della Nasa ha volato su Marte ed è entranto nella storia, divenendo il primo volivolo terrestre e compiere un volo “pilotato” nell’atmosfera di un altro pianeta.

Il drone che pesa poco meno di 2 chilogrammi si è alzato in volo per circa quaranta secondi e le sue immagini sono arrivate a Terra grazie alle riprese effettuate dal rover statunitense Perseverance, a bordo di cui Ingenuity era arrivato su Marte, nell’ambito della missione Mars Express.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

“Abbiamo parlato per tanto tempo del nostro momento ‘Fratelli Wright’ ed eccolo qui”, ha commentato la project Manager di Ingenuity, Mimi Aung. ‘Ingenuity’ significa “ingegnosita'”: il piccolo elicottero, le cui pale effettuano 2500 rotazioni al minuto (quelle di un elicottero medio sulla Terra ruotano a una velocita’ di 400-500 rotazioni al minuto), apre la strada per future esplorazioni del pianeta rosso in un’ottica nuova.

Continua a leggere su Today.it

Fonte : Today