Cosa vorrebbe dire la Superlega Europea: “Un atto criminale contro il calcio”

Superlega sì, Superlega no. Il dibattito intorno alla nuova competizione promossa da alcuni dei club più prestigiosi d’Europa sì è letteralmente acceso. Dopo le indiscrezioni relative al possibile annuncio della creazione di un torneo a numero chiuso, che vedrebbe coinvolte Real Madrid, Barcellona, Atletico Madrid, Inter, Milan, Juventus, Manchester City, Manchester United, Arsenal, Liverpool, Chelsea e Tottenham, l’Uefa attraverso un comunicato durissimo, congiunto con le varie federazioni nazionali tra cui la Serie A e la Fifa, ha promesso sanzioni durissime nei confronti dei partecipanti alla Superlega. Una situazione che ha subito scatenato reazioni da parte di addetti ai lavori. Tra queste, quelle particolarmente dure degli ex United Gary Neville e Sir Alex Ferguson.

Caso Superlega: Uefa, Federazioni nazionali e Fifa annunciano sanzioni pesanti

Dodici tra le società più prestigiose d’Europa sono pronte a dar vita ad una nuova competizione che andrebbe a contrapporsi inevitabilmente alla Champions. Un segnale di rottura rispetto a quelli che sono i tornei internazionali gestiti dall’Uefa. Una situazione rivoluzionaria che inevitabilmente ha creato una frattura importante. Da una parte le 12 squadre fondatrici, ovvero Real Madrid, Barcellona, Atlético Madrid, Inter, Milan, Juventus, Manchester City, Manchester United, Arsenal, Liverpool, Chelsea e Tottenham e dall’altra parte l’Uefa a guidare il fronte delle Federazioni nazionali, e anche della Fifa. Gli organismi continentali e non sono preoccupati dallo scenario di una rottura rispetto a quelle che sono le competizioni tradizionali, soprattutto perché questa Superlega rappresenterebbe una manifestazione elitaria.

A tal proposito nella giornata di oggi è arrivato il durissimo comunicato a firma dell’Uefa con l’appoggio di FA inglese, RFEF, FIGC, Premier League, LaLiga, Lega Serie A, ma anche della FIFA e di tutte le nostre federazioni affiliate. Nello stesso sono stati annunciate sanzioni durissime, compresa l’esclusione dai campionati e dalle coppe (Mondiali compresi) per i giocatori dei club che parteciperanno alla Superlega, perché si legge nella nota “il calcio si basa su competizioni aperte e meriti sportivi”. 

Neville durissimo, chiede sanzioni immediate ai club della Superlega

Il caso della Superlega ha fatto ovviamente il giro d’Europa e non sono mancate reazioni, anche durissime. Parole forti, quelle dell’ex United Gary Neville attuale opinionista. L’ex baluardo dei Red Devils e della nazionale inglese ha definito l’idea del nuovo torneo “un atto criminale”, invitando il suo ex club a fare un passo indietro: “Sulla scia del Covid, è uno scandalo assoluto. Il Manchester United e gli altri club che si sono iscritti dovrebbero vergognarsi“. E Neville ha chiesto addirittura provvedimenti immediati: “Dovrebbero toglier loro tutti i punti già domani e spedirli sul fondo della classifica, togliendo loro gli introiti. Nel bel mezzo di una pandemia, con tante squadre che falliscono, vogliono staccarsi, anche per avidità?“.

La perplessità di Sir Alex Ferguson sulla Superlega

Dello stesso parere di Gary Neville anche il suo ex allenatore e icona del Manchester United Sir Alex Ferguson. Anche quest’ultimo ha esternato le sue perplessità sulla Superlega ai microfoni della Reuters sottolineando la bellezza delle tradizionali competizioni continentali.: “È un allontanamento da 70 anni di calcio europeo per i club. I tifosi di tutto il mondo amano la competizione così com’è. Abbiamo disputato 4 finali di Champions con lo United e sono sempre state serate speciali. I tifosi di calcio sono il cuore pulsante dello sport e ogni decisione dovrebbe avere il loro sostegno. Siamo preoccupati come loro che si possa creare così un circolo chiuso ai vertici del nostro calcio”.

Fonte : Fanpage