Cos’è la zona gialla rafforzata e le regole in vigore dal 26 aprile per bar, ristoranti, cinema e teatri

A.P. 16 aprile 2021 19:06

Dal 26 aprile tornano le zone gialle. Il premier Mario Draghi e il ministro della salute Roberto Speranza hanno delineato nel pomeriggio un primo piano che porterà gradualmente l’Italia ad allentare le misure di contenimento del contagio.  La “prima data chiave” ha detto in conferenza stampa Speranza, è “quella del 26 aprile con il ripristino delle zone gialle”, ma “con una differenza importante che riguarda la necessità di investire sul fronte degli spazi aperti”. Per questo, i giornali e le agenzie di stampa, ancora prima che il governo esponesse la road map delle riaperture, hanno parlato di zona gialla “rinforzata” o “rafforzata”.

Zona gialla rinforzata: cos’è e quali sono le regole in vigore dal 26 aprile

Che cosa significa? Durante la seconda ondata questa espressione è stata usata quando il governo aveva deciso di estendere il divieto di spostamento anche alle regioni gialle. Nella nuova “accezione”, diciamo così, le zone gialle “rinforzate” indicano invece il fatto che la ripartenza sarà legata quasi esclusivamente alle attività all’aperto. I ristoranti ad esempio potranno riaprire, anche di sera, ma solo se dispongono di tavoli all’esterno. E così pure teatri e cinema che potranno riaprire se ci sono spettacoli all’aperto, mentre all’interno delle sale dovrebbero essere stabiliti dei limiti di capienza. Per quanto riguarda bar e ristoranti, il via libera per aprire ai clienti anche con i tavoli al chiuso potrebbe arrivare il 1° giugno. I dettagli delle nuove regole non sono stati ancora resi noti, ma la ratio sembra chiara: via libera a tutte quelle attività che si possono svolgere in spazi esterni. La differenza principale tra zona gialla normale e gialla rafforzata dunque sembra essere che nella prima bar e ristoranti possono aprire anche con i tavoli al chiuso, nella fascia “rinforzata” no. Per conoscere nel dettaglio regole e protocolli però bisognerò aspettare che arrivi un decreto. 

Quanto agli spostamenti tra le regioni in fascia gialla Draghi ha fatto capire che il via libera arriverà molto presto (anche se una data precisa non è stata comunicata). Il premier ha poi parlato anche di un ‘pass’ per spostarsi tra regioni di colore diverso. Di cosa si tratta? Di certezze non ce ne sono, ma è molto probabile che sarà richiesta una documentazione che attesti di essere stati sottoposti al vaccino, oppure di avere un tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti oppure ancora di aver avuto il Covid ed essere guariti. Chi avrà questo pass potrebbe spostarsi liberamente nel territorio nazionale e accedere a determinati eventi culturali sportivi.

Che cos’è il pass per spostarsi tra le regioni

Cosa riapre in Italia dal 26 aprile e le regioni che vedono la zona gialla

Continua a leggere su Today.it

Fonte : Today