Il Manchester City vola in semifinale di Champions League: altro 2-1 al Borussia Dortmund

Il Manchester City batte 2-1 il Borussia Dortmund anche al Signal Iduna Park nella gara di ritorno dei quarti di finale della Champions League 2020/2021 e si qualifica alla semifinale della competizione per club più prestigiosa d’Europa dove affronterà il Psg. A regalare il pass al penultimo atto del torneo ai Citizens ci hanno pensato Mahrez e Foden che hanno ribaltato l’iniziale vantaggio dei tedeschi firmato dal 17enne Bellingham. Prima semifinale di Champions da allenatore del club inglese per Pep Guardiola.

Qualificazione arrivata al termine di una gara che ha avuto un copione costante per quasi tutti i novanta minuti di gioco. Il City infatti, nonostante il vantaggio acquisito nella gara d’andata (terminata 2-1 in Inghilterra), non snatura il suo gioco e comincia il match del Signal Iduna Park attaccando e lasciando il fianco scoperto alle ripartenze del Borussia Dortmund a caccia del gol che darebbe la qualificazione. E proprio su una di queste il 17enne Jude Bellingham, con una pregevole conclusione che non lascia scampo a Ederson, porta in vantaggio i suoi. Passati in svantaggio gli uomini di Pep Guardiola si gettano in attacco alla ricerca del pareggio che riporterebbe dalla loro parte il pass per le semifinali affidandosi a Kevin De Bruyne che prima centra in pieno la traversa con un potente tiro dai 20 metri e poi aziona Mahrez la cui conclusione a botta sicura viene salvata sulla linea di porta dallo stesso Bellingham.

Sotto di un gol all’intervallo, i Citizens tornano in campo aumentando la pressione offensiva, ma a regalare il pari agli inglesi è un clamoroso errore dell’ex Juve Emre Can che interviene goffamente con il braccio nella propria area costringendo l’arbitro ad assegnare il calcio di rigore poi trasformato da Ryad Mahrez che riporta così in parità il match e i suoi in vantaggio nel doppio confronto.  I tedeschi tentano di mettere in difficoltà la retroguardia degli ospiti ma al 75′ ci pensa Phil Foden a chiudere definitivamente i giochi qualificazione che, con la complicità di un non impeccabile Hitz, sigla la rete del 2-1 regalando di fatto la prima semifinale da allenatore del Manchester City al suo mentore Pep Guardiola.

Fonte : Fanpage