Liverpool-Real Madrid, Klopp: “Proviamoci”. Zidane: “Non facciamo calcoli”

“Quando parti da una sconfitta per 3-1 all’andata sembra che tu sia già fuori ma questo significa che non hai nulla da perdere. Ci proveremo, dobbiamo dare una risposta domani sera in campo, non qui”. Alla vigilia del ritorno dei quarti di Champions League contro il Real Madrid, l’allenatore del Liverpool Jurgen Klopp evidenzia la voglia di impresa della sua squadra. “Dobbiamo essere al 100%, al massimo livello per avere una possibilità – sottolinea Klopp –  il risultato dell’andata ha dimostrato che hanno giocato meglio di noi, ma è stata solo la prima gara, ci sono ancora 90 minuti da giocare“. Klopp non nega che per il Liverpool un Anfield vuoto sarà un handicap in più. Il pubblico dei Reds è considerato “il dodicesimo uomo” ma l’allenatore è comunque certo che se la sua squadra riuscirà “a creare più di quanto fatto a Madrid, il che non dovrebbe essere un problema visto che all’andata non abbiamo fatto molto, vedremo cosa succederà. Ma non possiamo dare per scontata la rimonta, soprattutto senza tifosi sugli spalti. La situazione è chiara. Questa competizione è così interessante perché hai questa regola secondo la quale i gol in trasferta contano in modo diverso e questo la rende davvero emozionante”. L’allenatore del Liverpool si aspetta un “Real Madrid sarà pronto al 100%. Tutti vorrebbero non subire gol, non sarà diverso domani, ma non so se al mondo esista una squadra in grado di impedire al Real Madrid di segnare. Comunque si parte dallo 0-0, vedremo“. Non mancano elogi a due avversari: “Vinicius mi ha impressionato – sottolinea Klopp – ma non sono sorpreso, si tratta di un talento incredibile. Kroos è sempre stato un grande giocatore, sin da giovanissimo. Oggi è uno dei migliori al mondo, e io lo ammiro da anni”.

Zidane: “Non giocheremo per gestire il vantaggio”

Partirà dal vantaggio dell’andata il Real Madrid di Zinedine Zidane. “Non gestiremo nulla, giocheremo per la vittoria – assicura l’allenatore dei blancos – le sensazioni e il fisico vanno di pari passo. La cosa più importante è che la squadra sia pronta per competere. Calendario fitto? Al tempo ho parlato di queste cose, sappiamo che è complicato e che è una stagione molto rara”.  Real che ad Anfield si presenterà senza Lucas Vazquez, Carvajal, Ramos e Varane, assenze che costringono Zidane a cercare soluzioni d’emergenza. “Ci mancano tanti giocatori, mi sarebbe piaciuto averli tutti, ma con quelli a disposizione prepareremo una buona partita”. Da non escludere in difesa a destra l’impiego di Odriozola, come avvenuto contro il Barcellona: “Ha giocato poco, è vero. Ma non anticipo nulla sulla squadra”. Buone notizie invece sulla disponibilità di Valverde: “Fede si è ripreso e sarà al cento per cento con la squadra” assicura. Glissa sull’assenza di pubblico ad Anfield (“Non possiamo farci niente, anche noi giochiamo senza pubblico”) ed esalta il carattere della sua squadra: “Ci esaltiamo nei momenti di difficoltà, siamo abituati agli sforzi e ci stiamo preparando per un’altra partita di grande intensità: siamo pronti”. La testa è solo al prossimo impegno: “Scegliere tra Liga e Champions? Non lo faremo, dobbiamo ragionare giorno per giorno. Pensiamo solo alla partita di Liverpool, niente di più”. Battuta finale sulle voci che vorrebbero Klopp come futuro allenatore del Madrid. “Se mi sta bene? Per ora io sono l’allenatore del Madrid e Klopp lo è del Liverpool”.

Fonte : Sky Sport