Piazza giardino di Prima Porta, nuovo via ai lavori: era rimasta su carta per quindici anni

Sono ripartiti i lavori per la realizzazione della piazza giardino di Prima Porta. Il nuovo via dopo i necessari adeguamenti al progetto, in particolare sugli impianti di irrigazione e illuminazione. Completate anche le fasi preliminari dei sondaggi archeologici. Così il cantiere che la periferia a nord di Roma attende da oltre quindici anni è ripartito. 

Un’opera inserita nel Programma di Recupero Urbano “Labaro-Prima Porta” adottato nel 2001, al quale ha fatto seguito la sottoscrizione dell’Accordo di Programma nel 2005: ma da quella data la piazza è rimasta sempre su carta. Un “miraggio”. 

La piazza giardino di Prima Porta: rimasta su carta dal 2005

Nel 2008, all’epoca della Giunta Veltroni, il finanziamento di 516 mila euro per il progetto: al posto di vialetti illuminati, verde e giochi per i bambini però nel cuore di Prima Porta sono rimasti solo e sempre terra, fango e sterpaglie. Un lotto incolto trasformato in parcheggio con i vicini palazzi dell’ex Isveur, subito dopo l’alluvione che ha colpito il quartiere nel 2014, ad affacciarsi su una discarica di ingombranti e rifiuti vari rimossi da negozi e abitazioni allagate. Della piazza giardino nemmeno l’ombra. Fino al luglio scorso quando l’area è stata recintata per dare inizio al cantiere. Poi il nuovo stop e la recente ripresa dei lavori. 

Prima Porta, la piazza è un miraggio: finanziata nel 2008 al suo posto fango e detriti

Riprendono i lavori a Prima Porta: entro l’anno nascerà la piazza giardino

“Sono ora in corso le operazioni di rimozione dei rifiuti con il campionamento necessario per smaltirli, sfalcio della vegetazione, predisposizione dei tracciati nel sottosuolo per gli impianti fognari, dell’illuminazione, elettrici, e per la raccolta delle acque e l’irrigazione” – ha fatto sapere l’assessora alle Infrastrutture di Roma Capitale, Linda Meleo
 
“Si tratta di un’area che era di fatto abbandonata da molto tempo, e che ora sarà riqualificata. È un progetto che ho seguito da quando sono arrivata a questo assessorato, di concerto con la commissione lavori pubblici, e che prevede dei bei cambiamenti. Ci sarà – ha spiegato l’assessora – una nuova area verde a disposizione dei residenti della zona, con giochi per i bambini, percorsi pedonali, marciapiedi accessibili, tante panchine, un impianto di illuminazione che porterà nuova luce consentendo di vivere questa piazza anche durante le ore notturne, nuove essenze e alberature che saranno piantate oltre a quelle che saranno conservate”. A meno di nuovi stop la piazza giardino di Prima Porta potrebbe nascere entro la fine del 2020, dopo quindici anni di attesa. 
 

Fonte : Roma Today