Municipio II, Carlo Manfredi è il nuovo presidente del Consiglio

Carlo Manfredi è il nuovo Presidente del Consiglio del Municipio II. Il consigliere del Pd, già capogruppo dei dem nel parlamentino di via Dire Daua, prende così il posto di Guido Capraro che, in rotta di collisione con una parte della maggioranza, aveva rassegnato le dimissioni. Rita Lattanzi, di Italia Viva, sarà invece la vicepresidente con funzioni di vicario. 
 
“Faccio ad entrambi, a nome di tutta la Giunta, gli auguri di buon lavoro certa che sapranno condurre con equilibrio, responsabilità e correttezza il lavoro dell’aula nel rispetto dell’istituzione che rappresentano. Ringrazio Guido Capraro, per il suo impegno da Presidente, condotto con passione e senso del dovere, sempre attento alle esigenze del territorio. Caratteristiche che contraddistinguono da sempre la sua militanza politica e il suo impegno nelle istituzioni” – ha commentato la minisindaca del II Municipio, Francesca Del Bello. 

Il Pd litiga, terremoto nel parlamentino dei Parioli: si dimette il presidente dell’Aula

Eletta vicepresidente del Consiglio la consigliera Sandra Bertucci, di Fratelli d’Italia. “A lei vanno le nostre congratulazioni per questo incarico che siamo certi svolgerà con il massimo impegno, ogni giorno al servizio del territorio e dei cittadini. Un ringraziamento al vicepresidente uscente e capogruppo di FdI, Holljwer Paolo, ed agli alleati della Lega per il lavoro svolto che dimostra come il Centrodestra unito sia alternativa credibile e seria al malgoverno del Pd” – il commento di Roberta Angelilli, direttivo nazionale FdI, Stefano Erbaggi ed Alessandra Consorti, esponenti del direttivo romano di Fratelli d’Italia. 
 
Le dimissioni di Capraro erano arrivate, secondo i ben informati, dopo che un collega di partito, ma non di corrente, ha scritto al Segretario Generale interpellandolo su alcuni aspetti relativi alla conduzione del Consiglio paventando l’ipotesi addirittura dell’annullamento di una seduta. Da li il passo indietro dall’incarico che ha fatto riemergere le fratture interne al Pd, che tra litigi e correnti rischia di minare la corsa al bis della presidente Del Bello. “Si dimetta” – incalza l’opposizione di centrodestra, la minisindaca cerca di placare gli animi: a ottobre si vota, servirà più coesione per tentare di fare risultato. 

Fonte : Roma Today