Pausa pranzo: vende i panini “salutisti” della moglie per andare al fast food

b.v. 10 aprile 2021 15:16

Si sa, gli alimenti salutisti possono non essere attraenti come una bella dose di “cibo spazzatura” magari condito con salse varie. Ma vogliamo mettere la soddisfazione?

Quello che è successo nei giorni scorsi però rientra nella categoria delle cose da non fare per evitare di innescare furiosi litigi all’interno della coppia: in pratica, come racconta il Mirror, un uomo è stato scoperto dalla moglie mentre vendeva i panini “light” che lei gli preparava con cura ogni giorno, per andare a fare scorpacciate ben poco salutiste.

Insomma, come farcitura del panino l’uomo preferiva la salsiccia all’insalata, e questo alla moglie ingannata non è proprio andato giù. Non solo, perché la donna preparava cibo in casa anche (e forse soprattutto) per un altro motivo: come ha spiegato ai media, i due dovevano cambiare casa, e si sono messi così a risparmiare proprio su tutto, anche sul cibo. Soprattutto dopo aver fatto due calcoli e scoperto che le pause pranzo di lui costavano alla coppia almeno 200 sterline al mese. Dunque è stato tutto pianificato: lui, al posto di andare in un locale, si sarebbe accontentato del panino fatto in casa.

All’inizio sembrava anche funzionare: poi però lei ha iniziato a realizzare che lui rispondeva in modo vago alla domanda “ti è piaciuto il mio panino oggi?”. In compenso, il marito aveva iniziato a chiederle di prepararle due panini, anziché uno, per placare meglio la sua fame.

Fino a quando la moglie ha scoperto che la verità era un’altra, e lo ha scoperto nel modo peggiore, con ospiti in casa che, ignari del fatto che lei non sapesse nulla, parlando del più e del meno, hanno detto la cruda verità. “Era venuto a cena con i suoi colleghi – racconta lei – ci siamo messi a tavola e i suoi amici si sono messi a parlare di quanto fossero buoni i miei panini. Aggiungendo che forse però erano un po’ troppo cari”.

Immaginate la confusione: “Ho chiesto cosa intendessero, e hanno risposto dicendo che mio marito vende ai colleghi i panini che preparo io, così può andare a mangiare al fast food. Ero sconcertata. Mio marito ha negato, e ho iniziato a litigare con lui davanti agli amici. Ha detto alla fine che non c’era nulla di male”. Com’è andata a finire? Con lei che gli ha detto che non gli avrebbe più preparato un bel niente, mentre lui argomentava dicendo che, tecnicamente, siccome vendeva i suoi panini, non spendeva una sterlina in più, e loro continuavano a risparmiare”.

Lei ha chiesto consiglio al web e ovviamente le sono arrivati i consigli più disparati: “Si è approfittato del tuo lavoro e della tua gentilezza. Ha tenuto segreto quello che stava facendo perché sapeva che era sbagliato”. Oppure: “Lascia che sia lui a farsi i panini da vendere”, e ancora “Tuo marito è ridicolo, ma poi che panini fai se lui è in grado di venderli a un prezzo alto? Posso avere la ricetta?”.

E chissà che, da questo imperdonabile comportamento, non possa nascere un business di famiglia.

Continua a leggere su Today.it

Fonte : Today