Tresspass: ecco perché Nicolas Cage abbandonò il film con Nicole Kidman e poi cambiò idea

Di ritorno questa sera nelle TV italiane, la produzione di Trespass, crime thriller del 2011 diretto da Joel Schumacher, rischiò di saltare del tutto per colpa di una delle sue star, Nicolas Cage, che decise di abbandonare il progetto a sole due settimane dall’inizio delle riprese.

Secondo quanto riportato al tempo da Deadline, Cage lasciò improvvisamente la pellicola per recarsi in vacanza alle Bahamas, rendendosi irrintracciabile e lasciando tutti gli addetti ai lavori col fiato sospeso, visto che sarebbe stato molto complicato trovare un’altra star di altro richiamo per giustificare un budget di 35 milioni di dollari. “È una schifezza per tutti colora che avevano in programma di lavorare al film” aveva dichiarato un insider.

Tra i motivi di questa decisione, sempre secondo il sito, l’incertezza su quale personaggio avrebbe interpretato (inizialmente doveva vestire i panni del marito della Kidman, mentre ad un certo punto dello sviluppo richiese il ruolo del rapinatore) e la stanchezza dovuta alla faticosa campagna promozionale de L’Apprendista Stregone.

Per fortuna, probabilmente spinto dalle difficoltà della produzione di andare avanti senza di lui e dal suo rapporto con Avi Lerner, con il quale aveva già collaborato per Il prescelto, Il cattivo tenente e Drive Angry, alla fine Cage cambiò idea e prese parte alle riprese del film di Schumacher nei panni del marito, come concordato inizialmente. Tutto è bene quel che finisce bene dunque? Non proprio, visto che in seguito il film si rivelò un vero e proprio flop al box office nonostante la presenza di due star come Cage e la Kidman.

Voi cosa ne pensate del film? Come sempre, fateci sapere la vostra nello spazio dedicato ai commenti. Per altri approfondimenti, vi lasciamo alla nostra recensione di Trespass.

Fonte : Everyeye