Creed 3, Sylvester Stallone annuncia che non sarà nel film

Sarà Michael B. Jordan a dirigere il terzo capitolo, in arrivo nel fine settimana della Festa del Ringraziamento del 2022

Confermato il terzo film della saga di “Creed”, spin-off del franchise di Rocky Balboa. Annunciata anche la scelta del regista, che sarà Michael B. Jordan. L’attore protagonista avrà un doppio ruolo. Sarà Adonis Johnson e, al tempo stesso, incaricato della gestione della pellicola dietro le telecamere. Si tratta del suo esordio in qualità di regista. Un compito a dir poco delicato, considerando anche quanto il pubblico abbia apprezzato i primi due capitoli, in grado di rilanciare la saga.

I migliori film da vedere ad aprile

Non aiuterà di certo il fatto che Sylvester Stallone non farà parte del cast. In dubbio per molto tempo e al centro di voci, l’attore ha infine spiegato ai propri fan sui social d’essere pronto a restare fuori da questa produzione. È tempo di fare un passo indietro per Rocky, anche se questo non vuol dire rinunciare del tutto al personaggio, così come non vengono preclusi possibili ritorni futuri, magari con un emozionante cameo.

È tutto nelle mani di Jordan, dunque, che dovrà far fare il grande salto alla storia, senza l’ausilio di quell’effetto nostalgia rassicurante garantito dal suo mentore sul ring. Non vi è stato alcun post dedicato da parte di Stallone, il che suona un po’ strano. Il sito “Joblo” si è reso conto di un commento pubblicato sul profilo Instagram dell’attore, sceneggiatore, regista e produttore cinematografico. Sono migliaia ogni giorno ma in questo caso Sly ha deciso di rispondere. 

Post twitter

La domanda è stata la seguente: “Ci sono chance per un ‘Creed’ 3?”. La risposta è di quelle sorprendenti. Non solo Stallone ha spiegato come la pellicola si farà ma ha voluto dare una notizia in esclusiva alla giovane fan: “Il film si farà ma io non ci sarò”.

Creed 3, cosa sappiamo

The Suicide Squad, ecco il trailer in italiano

MGM ha confermato come “Creed 3” arriverà al cinema nel fine settimana della Festa del Ringraziamento del 2022. Più di un anno per il grande esordio alla regia di Michael B. Jordan, tra gli attori più apprezzati del panorama cinematografico statunitense degli ultimi anni.

Svariati i progetti cui ha preso parte come attore e produttore. Basti pensare al suo ingresso nell’universo narrativo di Tom Clancy con “Senza rimorso”, film di Stefano Sollima tratto dall’omonimo romanzo.

Ecco le sue parole in merito alla chance ricevuta con “Creed”: “La regia è sempre stata una mia grande aspirazione. Il tempismo doveva però essere giusto. ‘Creed 3’ è quel momento. Sono in una fase della mia vita in cui mi sento più sicuro di chi sono e cosa sono. A livello personale c’è stata una maturazione, così come una crescita professionale. Ho imparato da grandi registi come Ryan Coogler, così come da Denzel Washington. I tempi di ‘Rocky’ e ‘Creed’ sono molto personali per me. Non vedo l’ora di poter condividere il prossimo capitolo della storia di Adonis”.

Stallone ha inoltre annunciato la fine dei lavori per la Director’s Cut di “Rocky 4”. Un progetto ambizioso che consegnerà nelle mani dei fan la reale visione dell’autore. La pellicola sarà resa più profonda, come spiegato dallo stesso regista. Questo non segna però la fine dei lavori sulla saga, dal momento che è in fase di scrittura una serie prequel su Balboa.

Fonte : Sky Tg24