Elodie e Fedez contro Pillon e la Lega che bloccano la legge Zan contro l’omofobia

La cantante, che spesso si è schierata in difesa dei diritti delle persone Lgbtq, si è sfogata sui social network, pubblicando le proprie considerazioni. Ed è stata seguita da Fedez, che ha postato alcune Stories in cui prende posizione sul disegno di legge, definendolo “una priorità”. Ieri l’ufficio di presidenza della commissione Giustizia di Palazzo Madama è stato annullato, rinviando la riunione prevista nelle scorse ore sul ddl Zan.

“Siete indegni, questa gente non dovrebbe essere in Parlamento”, ecco le parole che la cantante Elodie ha utilizzato sui suoi social network contro la Lega a causa dell’atteggiamento ostile nei confronti della legge Zan.

“Questa gente non dovrebbe essere in Parlamento, questa gente è omotransfobica”, aveva affermato l’artista Elodie sui propri canali personali, nelle stories di Instagram, riferendosi alla Lega.

E, dopo di lei, anche Fedez è intervenuto nel dibattito, pubblicando una serie di Stories a tema in cui prende posizione sul disegno di legge.

Nella giornata di ieri in Senato si sarebbe dovuto inserire in calendario, in commissione Giustizia, l’esame della legge contro l’omofobia firmata dal deputato dem Alessandro Zan.

Tuttavia l’ufficio di presidenza è stato annullato poiché la commissione, presieduta dal leghista Andrea Ostellari, ha dovuto esaminare il ddl sull’Abilitazione all’esercizio della professione di avvocato durante l’emergenza Covid.
Il risultato quindi è stato quello del rinvio della riunione prevista relativa al ddl Zan.

Elodie contro le discriminazioni

Sanremo 2021, il monologo di Elodie: “Non avevo l’acqua calda”

La cantante più volte ha difeso i diritti delle persone Lgbtq, schierandosi contro la discriminazione a ogni livello. Di recente, ad esempio, ha commentato negativamente la decisione del Vaticano di vietare la benedizione della coppie omosessuali.

L’artista si batte da sempre anche contro il razzismo. “Non comprendo il razzismo. Io nasco dall’incontro di etnie diverse e non mi sembra sia successo qualcosa di brutto”. Con queste parole, intervistata durante il programma televisivo Propaganda Live, Elodie ha parlato di discriminazione razziale.

“Ma paura di che cosa precisamente? Io sento di avere una ricchezza che viene da culture diverse che si incontrano, è un dono”, ha aggiunto.  

Fedez prende posizione sul Ddl Zan

Anche Fedez ha preso posizione sul disegno di legge, parlandone in una lunga serie di video postati nelle sue stories di Instagram.

L’artista è partito dalle basi, spiegando innazitutto che cos’è il Ddl Zan.

“Un decreto legge che darebbe più diritti a chi non ne ha. Easy“, ha aggiunto dopo aver spiegato in cosa consiste.

E, in riferimento al senatore Simone Pillon contrario al disegno di legge, Fedez sottolinea sui propri social che nel ddl “Non si parla di uteri in affitto”.

Secondo il rapper la legge Zan è una priorità. “Lo Stato tuteli la libertà dei nostri figli”, ha aggiunto sui suoi social, dicendo che se suo figlio Leone “un giorno decidesse di mettersi gonna, smalto e rossetto” per lui non ci sarebbe alcun problema perché chiunque ha il “diritto di esprimersi come meglio crede”.

Ciò per cui Fedez si batte è il diritto di esprimersi in piena libertà, puntando il dito contro la discriminazione e la violenza “che molto spesso si verificano in questo Paese”.

Fonte : Sky Tg24