La regina degli scacchi diventerà un musical teatrale

Dopo il successo su Netflix e i premi conquistati, la storia di Beth Harmon approderà anche nei teatri (quando riapriranno). Ma non è l’unica opera di Walter Tevis che vedremo reinterpretata prossimamente

Dopo aver conquistato il pubblico internazionale di Netflix e diversi premi prestigiosi (due Golden Globes lo scorso febbraio e il Critic’s Choice Award assegnato alla protagonista Ana Taylor-Joy), la miniserie-evento La regina degli scacchi, tratta dal romanzo di Walter Tevis, è pronta a sbarcare nei teatri (quando riapriranno). È notizia di queste ore, infatti, che diventerà un musical.

La storia di Beth Harmon, piccola orfana che scopre uno straordinario talento per il gioco degli scacchi che la porta a sconfiggere avversari da tutto il mondo, sarà dunque trasposta in una versione teatrale con tanto di musiche, canzoni e coreografie. A occuparsene sarà la società di produzione Level Forward, fondata tra gli altri da Abigail Disney, una bisnipote del mitico Walt Disney. Per ora non ci sono ulteriori informazioni ufficiali. Manca anche la data di debutto, in un periodo in cui molte sale restano con le serrande abbassate per la pandemia.

Dopo la miniserie e in vista della trasposizione teatrale, Walter Tevis, scomparso nel 1984, si conferma uno degli scrittori più immaginifici e versatili, le cui storie risultano perfette per essere adattate e replicate su diversi media. Il romanzo del 1959 The Hustler (tradotto in italiano come Lo spaccone), per esempio, è diventato due anni dopo l’uscita in libreria un film molto acclamato con Paul Newman; mentre il suo capolavoro fantascientifico L’uomo che cadde sulla Terra del 1963 è diventato un film nel 1976 con David Bowie nei panni dell’alieno protagonista. Sempre da quest’ultimo testo è attualmente in lavorazione una serie destinata allo streaming Paramount+.

Fonte : Wired