Forrest Gump è stato citato in tribunale dell’avvocato di un assalitore di Capitol Hill

Gli eventi relativi all’assalto di Capitol Hill sono stati già di per se piuttosto paradossali ma, a rendere ancora le cose più surreali sono state le dichiarazioni dell’avvocato di QAnon Shaman aka Jake Angeli che in aula ha citato Forrest Gump per difendere il proprio assistito.

L’imputato in questione che si è presentato a Capitol Hill a petto nudo, con una bandiera degli Stati Uniti e un copricapo di pelliccia piuttosto particolare, deve affrontare diverse accuse tra cui quella di resistenza a pubblico ufficiale, ostruzionismo e molti altri reati minori.

L’avvocato Al Watkins ha affermato che il suo cliente è andato in Campidoglio il 6 gennaio su invito dell’ex presidente Donald Trump, “come Forrest Gump”. Ricorderete sicuramente che nel corso del film con Tom Hanks, Forrest Gump viene invitato con la squadra di ping pong degli Stati Uniti alla Casa Bianca, dove ha l’occasione di incontrare l’allora presidente Richard Nixon, un incontro che si sarebbe rivelato per lui fatale.

“Non abbiamo a che fare con un uomo violento”, ha detto Watkins al giudice distrettuale degli Stati Uniti Royce Lamberth. “Credevano sinceramente nella verità di ciò che veniva affermato dal più alto salariato del paese, il presidente…”

Insomma, potremmo dire che un tribunale è proprio come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita!

Fonte : Everyeye