Udinese-Sassuolo, De Zerbi: “Tanti dubbi di formazione. Pareggi? Dobbiamo crescere”

Alle spalle il 3-3 di mercoledì contro il Napoli, nell’immediato futuro l’Udinese. Roberto De Zerbi e il Sassuolo ripartono dalla trasferta contro la squadra di Luca Gotti. “L’Udinese ha un’identità ben chiara e noi anche – spiega ai microfoni di Sassuolo Channel – all’andata abbiamo condotto la gara senza essere pericolosi. Abbiamo trovato difficoltà con loro per tanti motivi“. C’è però anche un pensiero per il pareggio dello scorso turno: “Se guardiamo come abbiamo raggiunto il pari, su rigore al 95′, diciamo e pensiamo che ci è andata bene ma se guardiamo la partita c’è rammarico perché avremmo dovuto, potuto e voluto vincere. Purtroppo abbiamo pagato a caro prezzo alcuni errori”.

“Non rischio chi non è al meglio, possibile turnover”

Non fanno parte dell’elenco dei convocati Bourabia, Boga e Chiriches, infortunati. De Zerbi non nasconde però i suoi dubbi sulla formazione da schierare: “Sabato mattina vedremo chi è uscito malconcio dalla gara di mercoledì e se ci sarà qualche rischio non lo prenderò – spiega – abbiamo Berardi che rientra da un infortunio abbastanza lungo, lo stesso Caputo e Defrel, Rogerio ha preso una botta mentre Muldur è uscito molto stanco dalla partita di mercoledì sera. Chi non ha giocato contro il Napoli è però pronto per far bene domani”.

“Troppi pareggi? Abbiamo pagato le assenze”

Sassuolo che ha ottenuto una vittoria nelle ultime otto partite giocate in campionato, intervallo in cui i neroverdi hanno totalizzato tre ko e quattro pareggi. “Nei pareggi spesso abbiamo avuto più occasioni da gol e più situazioni per vincere rispetto a quelle in cui rischiamo di perdere – è la chiave di lettura dell’allenatore – se abbiamo pareggiato tante partite e non siamo riusciti a vincere quando ne avevamo la possibilità vuol dire che non siamo pronti per alcune cose o che i giocatori determinanti non hanno attraversato un grandissimo periodo. Ora sono tornati a star bene e così si spiega la facilità maggiore ad andare in gol”.

Fonte : Sky Sport