Bioshock, Gore Verbinski: ‘Volevo farne un film Rated R da 200 milioni’

Un film su Bioshock diretto da Gore Verbinski avrebbe avuto ottime chance di rendere giustizia ad una delle saghe videoludiche più importanti, profonde e inquietanti degli ultimi 20 anni: il regista, però, ricorda bene i motivi che portarono i vertici di Universal a non provare particolare entusiasmo per il progetto.

Se ne era parlato come di un unico film. E fu abbastanza strano, al mio primo meeting ad Universal per Bioshock mi sedetti e dissi tipo: ‘Ok ragazzi, ho bisogno di 200 milioni di dollari per questo film Rated R’. Restarono tutti in silenzio. Ricordo che il mio agente mi disse: ‘Perché hai detto una cosa del genere?’ E io gli dissi: ‘Perché è così’. Perché mai dovresti voler uccidere un film ancora prima di cominciare a girarlo? Non avevamo ancora uno script. Io volevo semplicemente essere chiaro. E penso che la reazione di tutti agli studios sia stata tipo: ‘Ehm, beh, sai, ok, forse. Wow, no’” ha spiegato il regista di Pirati dei Caraibi.

Verbinski ha poi proseguito: “Quella conversazione fu brutale perché gli dissi tipo: ‘Non comprate ancora i diritti, questo è un film da 200 milioni Rated R, voglio che abbiate le cose ben chiare’. Si parlava di girare un film da 200 milioni Rated R e loro se la fecero sotto. Penso che in quel periodo fosse da poco uscito Watchmen o qualcosa del genere. Quindi c’era un po’ questa cosa che un film così costoso avrebbe dovuto essere PG-13“.

Pare, intanto, che anche Eddie Redmayne abbia partecipato ai casting per Bioshock; ecco, invece, alcune concept-art del Bioshock di Gore Verbinski mai realizzato.

Fonte : Everyeye