Anche la Francia potrebbe bloccare l’esportazione dei vaccini come ha fatto l’Italia

Olivier Veran, ministro della Sanità francese, ha affermato che il Paese potrebbe bloccare le esportazioni oltreoceano di vaccini per il Covid-19 come ha fatto l’Italia. Alla domanda di BFM TV se la Francia potesse imitare la scelta dell’Italia su questo, Olivier Veran ha risposto: “Potremmo”. Ieri l’Italia ha bloccato, con il via libera della Commissione europea, l’esportazione di 250mila dosi del vaccino di AstraZeneca destinato all’Australia chiamando in causa in particolare il permanere della penuria di vaccini nell’Ue e in Italia e dei ritardi nelle forniture dei vaccini anti-Covid proprio da parte di AstraZeneca.

Il motivo per cui l’Italia ha deciso di bloccare l’esportazione è semplice: in Ue ci sono stati troppi ritardi nelle consegne dei vaccini, che hanno lasciato gli Stati membri senza una buona quantità di dosi accordate. “In Italia, le persone muoiono al ritmo di 300 al giorno. E quindi posso certamente capire l’alto livello di ansia in Italia e in molti Paesi in tutta Europa. Sono in una situazione di crisi senza freni. Questa non è la situazione in Australia”, ha commentato il primo ministro australiano Scott Morrison. Assicurando poi: “Questa particolare spedizione non era quella su cui avevamo fatto affidamento per il lancio della campagna vaccinale, e quindi continueremo senza sosta”. Il ministro della Salute, Greg Hunt, comunque ha annunciato che Canberra chiederà comunque alla Commissione europea, che aveva dato il via libera al blocco dell’export, di rivedere questa decisione.

A tal proposito stamattina vi è stata una conversazione telefonica tra il vicepresidente della Commissione UE con delega al Commercio Valdis Dombrovskis e la controparte australiana Dan Tehan. Dombrovskis ha “spiegato il funzionamento del meccanismo di autorizzazione all’export dell’Ue e ha rassicurato che non c’è nessun rischio di blocco per i vaccini di case farmaceutiche che onorano gli impegni con l’Ue”. Lo ha riferito una portavoce della Commissione europea, confermando che le dosi bloccate dall’Italia d’intesa con la Ue sono 250mila.

Fonte : Fanpage