Kate Winslet sulla sua carriera: “Non è stato con Titanic che ho capito di avercela fatta”

In una recente tavola rotonda organizzata dal Los Angeles Times, Kate Winslet ha parlato di cinema e della sua carriera insieme ad attrici del calibro di Rashida Jones, Michelle Pfeiffer, Vanessa Kirby e Andra Day. Il discorso è caduto inevitabilmente su Titanic, il film che ha dato fama mondiale all’attrice, allora giovanissima.

Nonostante questo, Kate Winslet ha ricordato di non essersi sentita arrivata grazie al film di James Cameron, né di aver acquisito maggior autostima o consapevolezza dei propri mezzi. “La risposta onesta è che avevo paura di Hollywood. Un posto grande e spaventoso, dove tutti desiderano essere magri e apparire perfetti” ha spiegato. “E io non apparivo in quel modo e non mi sentivo a mio agio lì: dovevo guadagnarmi il mio posto, e per me non me lo ero ancora guadagnato.”

Titanic, infatti, come altri suoi film di quel periodo, secondo Kate Winslet “poteva essere stato un colpo di fortuna”. Tutto è cambiato per l’attrice all’età di 25 anni, con la maternità, e con un altro film girato due anni dopo. “Mi è stato chiesto di fare Eternal Sunshine of the Spotless Mind (in italiano Se mi lasci ti cancello). Credo sia stato un enorme punto di svolta nella mia carriera, perché da quel momento in poi improvvisamente la gente ha detto: Ehi, può farlo!”

Per altri approfondimenti sulla carriera di Kate Winslet, rimandiamo a ciò che sappiamo sul suo personaggio in Avatar 2, e alle sue dichiarazioni sul ritorno in un set di James Cameron.

Fonte : Everyeye