Metro a Spinaceto, il Pd del municipio IX torna alla carica: “Sia finanziato dal governo”

Inserire nel Piano nazionale di ripresa e resilienza i fondi per una stazione metro a Spinaceto. Nel Municipio IX, il Partito democratico, ha protocollato una nuova proposta finalizzata a risolvere un atavico problema.

Un quadrante scollegato

L’assenza di un’infrastruttura destinata al trasporto pubblico, a sud dell’Eur, non lascia molte alternative all’uso del mezzo privato. La cancellazione del progetto del filobus Eur- Tor de’ Cenci, sancita dalla Regione, non ha infatti coinciso con la promozione di alternative trasportistiche. Per sopperire a questa carenza, nel 2020, il Municipio IX aveva votato all’unanimità un provvedimento che mirava a chiedere degli stanziamenti per realizzare una stazione ferroviaria a Spinaceto.

La metro a Spinaceto

Il tracciato ipotizzato prevedeva un collegamento tra Eur Magliana ed il quartiere pontino, attraverso un tracciato fuori terra, su doppio binario. Un progetto tutto da costruire ma dalle grandi potenzialità di sviluppo. Perchè, una volta raggiunto Spinaceto, la metro avrebbe potuto proseguire per Castel Romano, servendo con il trasporto pubblico il polo commerciale che lì, oggi, è raggiungibile soltanto con le auto. 

La precedente richiesta

La richiesta del Municipio IX, che mirava alle risorse del Recovery Fund, non ha fatto breccia in Campidoglio. Anche se l’assessore alla Mobilità Pietro Calabrese, oggi vicesindaco, aveva riconosciuto la necessità di creare un collegamento nel quadrante, la richiesta non è stata inoltrata al premier Conte. Il cambio di governo, però, offre oggi una nuova opportunità.

La nuova occasione

“In questi giorni il Governo Draghi sta lavorando al Recovery plan, il dispositivo europeo che finanzia i piani nazionali, tra cui il Piano di ripresa e resilienza (PNRR) – ha spiegato il consigliere democratico Alessandro Lepidini – E’ un’occasione che bisogna provare a sfruttare per rispondere ai bisogni di mobilità pubblica di decine di migliaia di cittadini di Roma Sud e non solo” ha rimarcato Lepidini.

I vantaggi

Si tratta di un “obiettivo strategico” ha ribadito il consigliere democratico, primo firmatario del provvedimento che mira ad inserire la richiesta di un prolungamento della metro fino a Spinaceto, nel nuovo Piano di ripresa e resilienza. Ne gioverebbe la qualità della vita di migliaia di romani, quotidianamente incolonnati nel traffico della Pontina. E, conseguentemente, ne beneficerebbe anche l’ambiente, per la contestuale riduzione dei gas inquinanti delle auto.

Il ruolo del Campidoglio

Per realizzare il sogno di oltre 40mila residenti di Roma Sud, è stato presentato un nuovo documento presto al vaglio del consiglio municipale. Servirà poi la sponda del Campidoglio per farlo arrivare al premier Draghi. Senza il supporto della Sindaca, la proposta rischia di arenarsi come quella precedentemente votata dal Municipio. Lo scenario politico però è cambiato e l’avvicinarsi delle elezioni, inevitabilmente, potrebbe giocare a favore della richiesta.
 

Fonte : Roma Today