Litiga con la compagna, poi cosparge di benzina la casa e minaccia di appiccare le fiamme

Lo hanno fermato prima che il suo gesto potesse tramutarsi in tragedia. Ad essere arrestato in flagranza di reato dai carabinieri un 59enne di Pomezia, ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia nei confronti della compagna e tentato incendio.

I fatti nel tardo pomeriggio di martedì, quando una donna ha richiesto l’intervento dei Carabinieri al 112, riferendo che il compagno, al culmine di una violenta lite scaturita tra i due per futili motivi, aveva cosparso di benzina il pavimento di alcune stanze della casa, alcune suppellettili e il vialetto di accesso all’abitazione, minacciando di appiccare il fuoco con accendino e diavolina.

Sul posto sono immediatamente intervenute una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Pomezia e un’altra del Comando Stazione Carabinieri di Pomezia: i militari sono riusciti a bloccare in tempo utile l’uomo, scongiurando il compimento di un gesto che avrebbe potuto avere conseguenze drammatiche.

Il 59enne è stato portato in caserma e, ricostruita l’intera vicenda, è stato arrestato. L’uomo è stato posto agli arresti domiciliari in un’altra abitazione nella sua disponibilità, in attesa dell’udienza di convalida da parte del G.I.P. del Tribunale di Velletri.

Fonte : Roma Today