Elezioni comunali 2021, slittano al 10 e 11 ottobre. Manca solo l’ufficialità 

Slittano in autunno le elezioni comunali. La scadenza naturale della consiliatura era prevista per maggio-giugno, ma per ragioni legate alla pandemia di coronavirus, ancora in corso e attualmente in una fase complessa per via delle varianti del virus che stanno circolando nel Paese, la data delle amministrative sarebbe rimandata a 10 e 11 ottobre 2021. E quindi al 24-25 ottobre gli eventuali turni di ballottaggio. 

Il decreto governativo starebbe per uscire a breve. Come anticipato da RomaToday, la decisione a palazzo Chigi era nell’aria da settimane. 

Difficile infatti pensare che stante il quadro sanitario odierno ci siano le condizioni per aprire i seggi a inizio estate. Un rinvio delle elezioni amministrative consentirà anche ai candidati sindaco di organizzare una campagna elettorale con un più ampio margine per quanto riguarda gli eventi sui territori. Senza contare i ritardi sia a destra che a sinistra. Entrambi gli schieramenti, a oggi, non hanno ancora un candidato. 

Del resto anche nel 2020, con la prima ondata di covid, le elezioni regionali, oltre al referendum costituzionale, furono spostate a settembre. Insomma, si prospetta una campagna elettorale estiva che potrà però fermarsi almeno in parte ad agosto, sfruttando invece il mese di settembre per la volata finale. 
 

Fonte : Roma Today