Alzheimer, dall’esercizio aerobico un possibile aiuto contro la malattia. Lo studio

Negli scorsi mesi uno studio ha messo in luce che seguire una dieta equilibrata e svolgere attività fisica ed esercizi di training del cervello potrebbe aiutare a ridurre significativamente il rischio di Alzheimer negli anziani già nella fase di declino cognitivo che precede la demenza. Ora una nuova ricerca, condotta da un gruppo di ricerca dell’ASU Edson College of Nursing and Health Innovation, guidato da Fang Yu, ha evidenziato che l’esercizio aerobico aiuterebbe a rallentare la perdita di memoria negli anziani con demenza di Alzheimer.

Studio condotto su 96 anziani con Alzheimer

La pressione più alta di notte può aumentare il rischio di Alzheimer

Per giungere a questa conclusione, come descritto sulle pagine della rivista specializzata Journal of Alzheimer’s Disease, gli esperti hanno valutato gli effetti dell’esercizio aerobico su un campione composto da 96 anziani con Alzheimer da grado lieve a moderato. Ai partecipanti al test è stato chiesto di utilizzare la cyclette o di effettuare esercizi di stretching 3 volte a settimana per sei mesi, per poi valutare la cognizione con l’Alzheimer’s Disease Assessment Scale-Cognition (ADAS-Cog).

Gli effetti dell’esercizio aerobico sul declino cognitivo  

Dallo studio è emerso che l’esercizio aerobico ha ridotto significativamente il declino cognitivo rispetto al corso naturale dei cambiamenti indotti dall'”Non abbiamo trovato un effetto superiore dell’esercizio aerobico rispetto allo stretching, ma questo è probabilmente dovuto alla natura pilota del nostro studio”, ha spiegato la professoressa Fang Yu, coordinatrice dello studio, sottolineando che i risultati emersi supportano la rilevanza clinica della promozione dell’esercizio aerobico negli individui con demenza di Alzheimer per mantenere la cognizione. “L’esercizio aerobico ha un basso profilo di eventi avversi negli anziani con demenza di Alzheimer, come dimostrato dal nostro studio indipendentemente dal suo effetto sulla cognizione, l’attuale evidenza sui suoi benefici supporta l’uso dell’esercizio aerobico come terapia aggiuntiva per la malattia di Alzheimer”, ha concluso Yu.

Fonte : Sky Tg24