Cosparge di benzina la casa dopo lite con la compagna e minaccia di appiccare il fuoco: arrestato

Litiga con la moglie per motivi banali e poi cosparge il pavimento di casa e del vialetto con della benzina. Minaccia di appiccare il fuoco con accendino e diavolina, ma per fortuna i carabinieri della compagnia di Pomezia intervengono in tempo e lo arrestano. Si tratta di un 59enne del posto, che ora dovrà rispondere delle accuse di maltrattamenti in famiglia e tentato incendio.

L’uomo è stato arrestato dai carabinieri

Stando a quanto si apprende, l’intervento dei militari è stato richiesto nel pomeriggio di ieri, martedì 2 marzo, dalla compagna dell’uomo. Ha raccontato ai carabinieri che il 59enne, al culmine di una violentissima litigata, aveva tentato di dare fuoco all’interno appartamento dopo averlo cosparso di benzina. Sul posto sono intervenute una pattuglia del nucleo radiomobile della compagnia di Pomezia e un’altra del Comando stazione dei carabinieri di Pomezia. Come detto, fortunatamente i militari sono riusciti a bloccare l’uomo in tempo. Portato in caserma, il signore è stato arrestato in seguito agli accertamenti del caso. Ora si trova agli arresti domiciliari in un’altra abitazione di sua proprietà ed è in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto da parte del gip del tribunale di Velletri.

A Ostia uomo minaccia di morte l’ex moglie: arrestato

Un altro caso di maltrattamenti in famiglia è avvenuto a Ostia: i carabinieri hanno arrestato un 65enne romano poiché accusato di aver minacciato di morte, per anni, l’ex moglie e i suoi figli, all’epoca dei fatti minorenni. Le minacce sono continuate anche dopo la separazione dalla compagna che risale al 2014. Non rassegnandosi alla fine della loro storia, l’ha pedinata più volte, aggredita e minacciata. Ora si trova in carcere a Viterbo.

Fonte : Fanpage