Noemi folgorante, Achille Lauro sorprendente, Annalisa super sexy: i look della prima serata

La prima serata del Festival di Sanremo non ha deluso le aspettative di chi attendeva uno spettacolo che offrisse anche spunti di discussione sugli outfit scelti dai suoi protagonisti. Diversi stili, tanti colori, ma alla fine il vero colpo scenico è stato il ‘solito’ Achille Lauro che però, annunciando con largo anticipo i suoi “quadri”, ha sorpreso sì, ma nel limite del personaggio che ormai è spettacolare per definizione.

Applausi virtuali per Noemi, fasciata in un abito a sirena che ha risaltato ogni centimetro di una strepitosa fisicità, gli stessi che con uguale intensità sentiamo di tributare ad Arisa, splendida in un completo rosso fuoco elegantissimo. A portare sul palco una potente carica di sensualità grazie a una scollatura che non ha dato accenno all’esistenza di un reggiseno è stata Annalisa, sexy senza indugi e senza la minima volgarità. Graziosa la co-conduttrice Matilda De Angelis, partita con un abito decisamente penalizzante e piano piano ripresa da outfit più adatti alla sua giovane età.

Di seguito, i nostri commenti ai look più meritevoli. Nel bene e nel male.

Sanremo 2021: vestiti, stilisti e tutte le informazioni sui look dei protagonisti del Festival 

Amadeus. Brilla di nero Amadeus. Brilla l’abito e brillano i suoi occhi, emozionatissimi. L’esordio è all’insegna dell’eleganza e fa breccia. Il voto non può che essere un 10 pieno. Con lode.

Fiorello. Lo sfoggio della raffinatezza degli abiti di Giorgio Armani può attendere: Fiorello debutta sul palco con indosso uno scenografico manto di fiori variopinti (“21 chili di mantello!”, precisa lui) ed è subito show. Da 10, anche lui.

Gaudiano. Il colore del completo scelto evoca quello delle mattonelle da cucina in voga negli anni Settanta. Non entusiasma, ma meritevole è il tentativo di farsi notare con una nota di brio. Voto 6.

Elena Faggi. Maniche a sbuffo, fiocco nero al collo, gonna che penalizza la fisicità in un trambusto di argento. Ricorda il noto cioccolatino che si regala a San Valentino, ma senza stelle.  Voto 5.

Sanremo, le pagelle della prima serata: promossi e bocciati 

Avincola. Un berretto che fa tepore al solo sguardo come segno distintivo di uno stile pieno di personalità: ci piace, fa simpatia. Voto 7.

Folcast. Casual nel senso proprio di casuale il look scelto per l’occasione. Banale. Voto 5.

Matilda De Angelis. Non convince la prima scelta dell’outfit della giovane co-conduttrice. Incredibile come un abito possa svilire la grazia e la freschezza di chi lo indossa: colore, modello e decorazioni vanno tutti a discapito di una fisicità piena di potenziale. Meglio il secondo vestito, decisamente più adatto alla sua personalità che, nel terzo completo, trova finalmente la perfetta coincidenza con lo spirito di una donna che sa recitare, cantare e dominare un palco come quello dell’Ariston. Voto 7.

Arisa. Splendida Arisa di rosso fuoco vestita, ruggente come uno stile che anche in quest’occasione è definito, maturo, di gran classe. Voto 9.

Aiello. Un eleganza strafottente la sua. La compostezza dell’abito stride con i vari orpelli che ciondolano dalle orecchie e con gli anelli che riempiono le dita, ma proprio per questo è uno stile che convince. Voto 7.

Madame. Decide di esibirsi senza scarpe, scalza. Il sopracciglio si alza, ma le perplessità si placano osservandola nell’interezza di un look che fa di un abito tempestato di specchietti un bel colpo d’occhio. Voto 7.

Alessia Bonari. Luccica di sobria eleganza l’infermiera di Grosseto diventata un simbolo della lotta al Covid per quella foto che mostrava i segni della mascherina sul volto durante il lockdown. Un’immagine bella, pulita e raffinata la sua, ora emblema di un riscatto che riempie il cuore e la vista. Voto 9.

Francesca Michielin e Fedez. Tra i due chi colpisce è lei: il look è studiato per esprimere una maturità che passa anche dallo stile di una giovane donna che sa come valorizzarsi, anche nel make up. Lui, invece, con la camicia spoilerata prima dell’esordio sul palco ma sapientemente nascosta da una sobria giacca, è sembrato ingessato, forse un po’ troppo. Il voto alla coppia è 8

Loredana Bertè. Non ha bisogno di troppi giri di parole: basta il nome per evocare un mondo di stile e di energia. Farfalle variopinte sui capelli turchini, immancabile borsetta a tracolla e Loredana spacca. Voto 10.

Noemi. Un solo aggettivo: folgorante. Noemi aveva anticipato un cambio radicale della sua immagine, ma non ci aveva detto che sarebbe stata splendida fino a questo punto. L’abito a sirena ha saputo mettere in risalto ogni dettaglio e il sorriso, con la cornice rossa dei capelli, ha fatto il resto. Voto 10 e lode.

Maneskin. Ruggisce la band, carica energetica in linea con un look che non accetta certo mezze misure.

Annalisa. E’ lei a portare sul palco una potente carica di sensualità grazie a una scollatura generosissima che non ha dato accenno all’esistenza di un reggiseno, e ai polpacci nudi cinti dai lacci di intriganti calzari. Sexy senza indugi e senza la minima volgarità. Voto 8.

Coma_Cose. Insieme nella vita, sul palco e anche nella scelta degli abiti confezionati con la stessa stoffa colorata. Scelta che premia. Voto 7.

Fonte : Today