Sanremo 2021, Fiorello tra Achille Lauro e le sedie vuote dell’Ariston

La carriera di un uomo di spettacolo passa obbligatoriamente dal contatto e dall’affetto con il pubblico: dagli applausi, dalle risate, magari anche da qualche fischio. È ancora più vero per un artista come Fiorello, che da oltre trent’anni non ha mai rinunciato a una platea anche piccola, come accadeva persino ai tempi della radio. In un Sanremo storico  (SEGUI LA DIRETTA), che si svolge per la prima volta in 71 edizioni di fronte a una platea completamente vuota, sono state proprio le poltrone l’oggetto del primo monologo dello showman siciliano.

Fonte : Sky Tg24