Sanremo, Fulminacci: “Oltre che d’amore, oggi bisogna cantare di vicinanza”

Ha 23 anni ma è già un ‘Big’ Fulminacci, in gara a Sanremo con la canzone ‘Santa Marinella’. “Il titolo è uno dei luoghi della storia d’amore che racconto, ambientata a Roma e dintorni” racconta a Today.

“Le canzoni parlano quasi tutte d’amore – continua – perché è un sentimento che nessuno riesce a spiegare e che tutti ci raccontiamo con delle parole in codice. Nessuno di noi sa parlarne davvero, il cantautore si assume ogni volta la responsabilità di trovare lui il suo vocabolario per parlarne e questa cosa coinvolge inevitabilmente gli altri, perché nessuno ci capisce niente”. Oltre all’amore, c’è un’altra cosa che secondo lui ha urgenza di essere cantata: “La tematica dello stare insieme. Ci stiamo allontanando, per ovvi motivi di pandemia, ma questo non ci deve portare a un distanziamento emotivo. Dobbiamo cantare oltre che d’amore anche di vicinanza”.

Il 12 marzo esce il nuovo album, ‘Tante care cose’: “Contiene tutti i miei gusti musicali e varie situazioni della mia vita – conclude Fulminacci – Ho raccolto 10 canzoni e in queste canzoni ci sono 10 parti di me. Le cose a me più care sono le persone che mi stanno vicino e mi sostengono ogni giorno”. Tra i suoi preferiti al Festival i Coma_Cose.

Fonte : Today