Fasma a Sanremo 2021 con Parlami: il testo

Tra i protagonisti di questa settantesima edizione del Festival di Sanremo ci sarà anche Fasma. Il giovane rapper romano si era classificato terzo lo scorso anno nella categoria delle Nuove Proposte con il brano Per sentirmi vivo. Questo anno Fasma ci riprova e sale sul palco dell’Ariston tra i Big con la canzone Parlami.

I cantanti di Sanremo 2021: Fasma con la canzone “Parlami”. FOTO

Il brano è stato scritto dallo stesso Fasma (al secolo Tiberio Fazioli), con l’arrangiamento di Luigi Zammarano.

Intervistato da Rai Play l’artista ha glissato sul significato del singolo, asserendo: “Il pezzo che abbiamo portato si chiama Parlami, non racconto di cosa tratta perché preferisco che le persone possano immaginare dal pezzo la propria esperienza”.

Sanremo 2021, ecco i 26 cantanti big che prenderanno parte alla gara

In effetti al centro della canzone sembra esserci un’esperienza universale, un momento di tensione vissuto dalla coppia, scandito da silenzi che diventano rumorosi e ricordi malinconici. Il cantante incalza con le sue parole la partner ad esprimersi, confrontarsi con lui, forse l’unico modo per salvare la relazione dalla deriva ormai prossima.

Sulle sonorità della canzone Fasma ha anticipato: “Le sonorità che abbiamo scelto per il pezzo ci appartengono e sono l’evoluzione dell’anno scorso, ma con qualcosa di totalmente nuovo. Penso che siamo cresciuti dall’anno scorso”.

Per sentirmi vivo, era infatti è un ballad con sonorità pop/rock in cui non mancavano le influenze della trap, forse uno dei motivi per cui il brano ha ottenuto un clamoroso successo tra i giovanissimi, e chissà che non accada lo stesso con Parlami.

Il testo di Parlami

Vorrei darti la mia forza per vederti parlare

Non di ciò che ti succede ma parlare di te

Anche un granello di sabbia che si è perso nel mare può tornare roccia come puoi farlo te

Non dire non dire

Che ti va bene questo mondo bastardo

Anche con il posto rubi il posto di un altro

Anche se voglio io non posso cambiarlo,

Io non sono quell’altro

Che di me

Che di me

Ti rimane solo addosso il tabacco

Qualche foto e qualche vestito sparso

Anche se voglio io non posso cambiarlo

Io non posso cambiarlo

Ma noi sì

Parlami parlami

Dai ti prego tu guardami

Perché dentro i tuoi occhi già vedo come mi immagini

E quindi guardami guardami

Sai che adoro quegli attimi

In cui non litighiamo e siamo proprio come ci immagini

E quindi parlami parlami

Dai ti prego tu parlami

Perché dentro i tuoi occhi già vedo come mi immagini

E quindi guardami guardami

Sai che adoro quegli attimi

In cui non litighiamo e siamo proprio come ci immagini

Quindi parlami parlami

Dai ti prego tu parlami

Se vuoi stiamo più vicini ma rendendoci apatici

Quindi baciami baciami

Che dai baci fantastici che mi aumentano i battiti

Ti prego tu salvami

Dimmi come faccio a stare bene così

Nei miei giorni no tu sei l’unico sì

Tu che mi parlavi e mi parlavi di te

E come se parlassi e parlassi di me

Quegli sguardi e quelle smorfie io le ho prese da te

Il modo in cui ora gridi tu l’hai preso da me

E sei tu che mi ringrazi

Ma grazie di che

Grazie a te ho tirato fuori il meglio di me

Parlami parlami

Dai ti prego tu guardami

Perché dentro i tuoi occhi già vedo come mi immagini

E quindi guardami guardami

Sai che adoro quegli attimi

In cui non litighiamo e siamo proprio come ci immagini

E quindi parlami parlami

Dai ti prego tu parlami

Perché dentro i tuoi occhi già vedo come mi immagini

E quindi guardami guardami

Sai che adoro quegli attimi

In cui non litighiamo e siamo proprio come ci immagini

Quindi parlami parlami

Dai ti prego tu parlami

Se vuoi stiamo più vicini ma rendendoci apatici

Quindi baciami baciami

Che dai baci fantastici che mi aumentano i battiti

Ti prego tu salvami

Fonte : Sky Tg24