Gerusalemme colora la notte con “Follow the Lights”

Nella speranza di riaprire presto al turismo una festa di luce nella capitale spirituale di tre religioni

Luci e sapori – I visitatori che vorranno partecipare di persona, infatti, dovranno seguire un percorso prestabilito a bordo delle loro automobili, spostandosi di monumento in monumento in un’insolita Gerusalemme piena di colori. Questo per garantire il rispetto delle norme relative al distanziamento e, al tempo stesso, permettere a tutti di fruire di quest’esperienza unica. I ristoranti della città saranno aperti con formula take-away, perché nessuna visita a Gerusalemme è completa senza una sosta nel cuore della sua ricca scena culinaria. 

Un sito dedicato – E sarà possibile anche godere di questa simbolica “riaccensione” di Gerusalemme anche da casa propria, in attesa di tempi più sereni. È stato infatti attivato per l’occasione un sito web da dove poter assistere ai giochi di luce e dove poter lasciare un messaggio di saluti e di speranza. I messaggi più significativi verranno poi proiettati in tempo reale sul Chords Bridge, trasformato per l’occasione nello schermo a led più grande della città.

Luoghi iconici – I giochi di luce, progettati dall’esperto Gil Teichman, saranno coordinati dai due direttori artistici Meirav Eitan e Gaston Saar. Tra i monumenti toccati da questa inedita trasformazione troviamo l’Israel Museum, la YMCA, la Torre di David e molti altri luoghi iconici di una città che, dopo aver accolto per anni centinaia di migliaia di turisti, non vede l’ora di riaprire le sue porte. 

Per maggiori informazioni: www.itraveljerusalem.com

 

Fonte : TgCom