Guida al lavoro 4.0 che si trasforma. Quali attitudini e abilità sviluppare

“Human Capital 4.0”.  La guida che chi si occupa di progetti HR dovrebbe conoscere

Non esiste business 4.0 senza Human Capital 4.0. E’ a partire da questa ferma convinzione che il volume presenta i 5 paradigmi del lavoro che si trasforma, ovvero 5 concetti chiave che ridefiniscono il modo di evolvere delle persone nelle organizzazioni. “Human Capital 4.0” di Alessia Canfarini e Alessandro Giaume, tra le novità di marzo di FrancoAngeli, propone una serie di riflessioni e proposte operative, case history ed esempi, utile strumento di pensiero e lavoro per tutti coloro che si occupano di progetti HR con percorsi innovativi. Imparare a trasformarsi, continuamente e inclusivamente, mettendo in campo le migliori strategie per farlo rappresenta la strada sicura che le organizzazioni hanno per generare cambiamenti di senso, di impatto, di sistemi. E in questo flusso tutti sono chiamati a partecipare: agire nella complessità attraverso nuove attitudini e nuove abilità, adattando le proprie competenze con percorsi di reskilling, upskilling e transkilling. 

DALLA PREFAZIONE DI FABIO TROIANI, ceo Italy & Global digital services

Finalmente due voci fuori dal coro, che puntano il dito sulle diffuse e ormai trite ritualità connesse ai tanti progetti di trasformazione, corredati di speranze e budget, cercati dalle aziende nel mito di cambiare ciò che non si riesce o non si vuole, perché ancorati a credo manageriali più simili alla trama del Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa che all’imprenditorialità dinamica e innovativa tipica delle imprese nate dopo il Duemila e ispirate ai valori “pionieristici” degli unicorni della Silicon Valley. La sfida sta quindi nel trovare un insieme di talenti e modi di fare che, da un lato, garantiscano la flessibilità e l’adattività dell’impresa nel continuo, dall’altro, evitino scelte che rischiano di irrigidire e bloccare i processi innovativi.

human capital
 

Fonte : Affari Italiani