Regione Lombardia cerca medici e infermieri per i vaccini anti Covid: offerti fino a 40 euro

È stato aperto il bando per i medici specialisti o laureati, infermieri e studi professionali di infermieri per supportare la campagna di vaccinazione anti Covid-19. Come era stato anticipato dalla vice presidente di Regione Lombardia e assessore al Welfare Letizia Moratti, gli specializzandi saranno impiegati durante il weekend e fuori dagli orari e dai giorni dedicati alla loro formazione. Per questa attività sarà inoltre previsto un compenso sia per i medici che per infermieri.

Aperte le adesioni per medici e infermieri in supporto alle vaccinazioni

L’aumento dei contagi e la velocità con la quale stanno circolando le varianti hanno portato a una accelerazione della campagna di vaccinazione, in particolare nelle zone più colpite. E proprio per questo motivo, la Regione ha richiesto: “La disponibilità per far fronte alle contingenti esigenze del territorio regionale. L’attività dovrà essere prestata in favore delle aziende o enti del servizio sociosanitario di regione Lombardia”. Una volta che saranno state ricevute tutte le adesioni, l’amministrazione regionale le fornirà alle aziende o agli enti così da far in modo che si proceda con l’assegnazione degli incarichi: “La disponibilità manifestata – continuano dal Pirellone – non determina, in capo ai singoli, alcun diritto al conferimento dell’incarico”.

Come presentare le candidature e i compensi previsti

I medici e gli infermieri interessati hanno già iniziato a candidarsi dalle 10 di ieri, giovedì 25 febbraio. Gli studi professionali di infermieri invece possono farlo da oggi venerdì 26 febbraio. La candidatura dovrà essere presentata sulla piattaforma “Bandi online” di Regione Lombardia. Per i medici inoltre sarà previsto un compenso di quaranta euro all’ora mentre per gli infermieri di trenta euro.

Fonte : Fanpage