Il mistero dei cento delfini trovati morti su una spiaggia

Redazione 24 febbraio 2021 18:28

Scena drammatica sull’isola mozambicana di Bazaruto, a nord della capitale Maputo, dove sono stati rinvenuti i corpi senza vita di 86 delfini morti misteriosamente. Lo riferisce l’emittente britannica Bbc precisando che il ritrovamento delle carcasse si aggiunge a quello di un’altra quindicina di mammiferi marini avvenuto domenica scorsa. Sul posto è giunta una squadra di esperti che ha dato il via ad un’inchiesta per individuare la causa dei decessi. Finora l’autopsia non ha evidenziato problemi di pelle, alla lingua o all’intestino, tuttavia diversi campioni sono stati inviati a un laboratorio a Maputo.

La scorsa settimana il ciclone Guambe ha fortemente agitato le acque al largo dell’isola di Bazaruto, come confermato dal responsabile del parco nazionale dell’arcipelago, Tomas Manasse. La stessa fonte ha sottolineato che i delfini sono noti per seguire il loro ‘capo’ branco a riva quando sono in pericolo.

Il caso dei delfini mozambicani è stato collegato ad un fatto di cronaca simile avvenuto l’anno scorso sulla costa dell’isola delle Mauritius, nell’Oceano indiano, dove 52 delfini sono stati ritrovati morti. Gli ambientalisti avevano addossato la responsabilità a una nave che si era arenata e aveva versato in acqua grandi quantitaàdi petrolio. Un’indagine svolta dal ministero della Pesca di Port Louis ha invece spiegato l’accaduto con il fenomeno noto come il barotrauma, provocato da un brusco cambiamento di pressione. Alla sua origine, ha concluso il rapporto ufficiale, c’è una moltitudine di fattori quali l’utilizzo di sonar militare, un terremoto sottomarino, esplosivi o un’eruzione vulcanica. 

Fonte: Bbc →

Fonte : Today