A Giugliano scoperto un locale a luci rosse: 41 persone all’interno, 3 gestori denunciati

Un locale a luci rosse nel cuore di Giugliano in Campania è stata scoperta dai carabinieri: all’interno, c’erano 41 persone che sono state tutte multate per violazione delle norme anti contagio da Coronavirus, così come i tre gestori che ora devono anche rispondere del reato di sfruttamento della prostituzione. Una vicenda emersa nella notte tra sabato 30 e domenica 31 gennaio, quando i militari dell’Arma delle stazioni di Qualiano e Giugliano in Campania hanno fatto irruzione nel locale.

Dopo un lungo periodo di osservazione, caratterizzato da un frequente via vai di persone, i carabinieri hanno scoperto che all’interno del locale che si trova su via Ex Alleati a Giugliano in Campania, vi fossero oltre ai tre gestori anche 41 clienti, oltre a diverse donne. Le stesse hanno poi spiegato che nel locale vi fosse per tutti la possibilità di sesso a pagamento, rivelando dunque la natura stessa del tipo di locale in cui i carabinieri avevano messo gli occhi per i controlli. Locale che aveva tutto: una sala reception, una sala ballo con bar annesso, due bagni e nove camere da letto e spazi all’aperto limitrofi. E così sono scattate le sanzioni per tutti: per i 41 clienti trovati all’interno della casa a luci rosse sono scattate multe a raffica per la violazione delle normative anti Covid attualmente in vigore, così come per i tre gestori del locale stesso. Per loro è scattata anche la denuncia per sfruttamento della prostituzione: reato penale che può costare in caso di condanna definitiva alla reclusione da cinque a dieci anni, più annessa multa che oscilla tra i cinquemila ed i venticinquemila euro.

Fonte : Fanpage