Robin Williams, il regista di Aladdin ricorda: “Ha cambiato i film d’animazione”

Per i fan della Disney e non solo, uno dei massimi picchi dell’animazione occidentale è rappresentato dall’interpretazione del compianto attore Robin Williams in Aladdin, nel quale ha dato la voce al personaggio del Genio della Lampada.

Ron Clements, leggendario animatore della Disney e co-regista del film del 1992 insieme a John Musker, ha recentemente pubblicato un editoriale sulle pagine di Variety per ricordare la collaborazione con Robin Williams nel film di successo animato.

Il genio di Robin Williams in Aladdin è stato qualcosa di straordinario” si legge sul magazine. “John Musker ed io abbiamo scritto la sceneggiatura originale con l’idea specifica che Robin avrebbe dato la voce al Genio e che sarebbe stato un mutaforma visivo, oltre che vocale. Volevamo che potesse improvvisare a suo piacimento. Il primo giorno di registrazione dovevamo fare la scena dell’introduzione del Genio e avevamo le pagine della sceneggiatura scritte per seguire lo stile di improvvisazione di Robin e gli storyboard che illustravano alcune delle metamorfosi visive che avevamo pianificato. Inizialmente ha seguito il copione, ma ad un certo punto ha iniziato ad andare verso una moltitudine di direzioni diverse. La scena originale doveva durare circa tre minuti. Ogni ripresa, Robin aggiungeva cose e abbelliva, a al venticinquesimo ciak avevamo superato una durata di 20 minuti! Robin continuava a proporre sempre più idee. Ed erano tutte divertenti. Ad un certo punto abbiamo dovuto interrompere il lavoro del capo animatore del Genio, Eric Goldberg, perché la sua risata era incontrollabile e ci stava incasinando le riprese. Ancora oggi la considero come una delle sessioni vocali più incredibili a cui abbia mai assistito. Robin finì col registrare alcune sessioni anche da quattro ore. Era una meraviglia vederlo all’opera. le sue cose. È un ricordo a cui sono molto legato, perché credo che col suo lavoro abbia cambiato il modo in cui venivano percepiti i film d’animazione. Noi lo volevamo nel film non perché sapevamo che era una star, ma perché pensavamo che col suo talento avrebbe portato qualcosa di nuovo e innovativo ai film animati della Disney. E sicuramente l’ha fatto!

Recentemente anche Rami Malek ha condiviso un ricordo di Robin Williams, col quale ha lavorato a Una notte al museo 3. Per altri approfondimenti vi ricordiamo che il live-action di Aladdin avrà un sequel.

Fonte : Everyeye