Queen, Brian May ha scritto molte più hit della band di quanto si possa immaginare. Ecco quali

Quando si nominano i Queen vengono immediatamente in mente l’estro, il carisma e la genialità di Freddie Mercury, icona inarrivabile e inarrivata della musica rock mondiale. Il vero archetipo della rockstar di classe.
Ma la band non è mai stata guidata solamente da Freddie, anche i restati componenti del gruppo sono stati degli ottimi scrittori, in particolare Brian May. Il chitarrista nella sua ventennale storia discografica con la band ha scritto alcuni dei brani più potenti, riconoscibili e indimenticabili di tutta la storia del rock. Ecco quali e in che occasioni:

Tie Your Mother Down

È una canzone che racconta in maniera parodistica la storia di un ragazzo che si arrabbia per una ragazzina. Nonostante il testo il brano diventò immediatamente un inno riconoscibilissimo della band, grazie anche ad uno dei riff più epici di sempre partoriti dalla chitarra di May. Il brano venne pubblicato nell’album A Day At The Races del 1976.

Hammer To Fall

Uno dei brani più duri nella discografia dei Queen contenuto in uno degli album più pop della formazione britannica. La canzone uscì nel 1984 all’interno di The Game.

I Want It All

A questo brano è mancata solamente la risposta del pubblico con Freddie Mercury sul palco, avrebbe potuto certamente reggere il confronto con We Will Rock You e Hamme To Fall. Il brano venne scritto da Brian May (anche se accreditato a tutta la band) nel 1989 per l’album The Miracle dopo il suo divorzio dalla prima moglie Christine: “lei voleva tutto”.

We Will Rock You

Il brano uscì come doppio singolo insieme a We Are The Champions di Freddie Mercury nel 1977. Rappresenta l’archetipo dell’inno da stadio per antonomasia in tutto il mondo.

Save Me

Una delle più grandi e intense ballate mai pubblicate dai Queen. Il brano venne composto e inciso per l’album The Game del 1980.

Who Wants To Live Forever

Il brano, epico come non mai nella carriera dei Queen, venne scritta come parte della colonna sonora del film Highlander, con Sean Connery e Christopher Lambert. La canzone parla dell’eroe immortale del film, mentre sua moglie invecchia e muore. Dalla tragica e prematura morte di Freddie Mercury il testo ha sicuramente assunto un significato diverso.

The Show Must Go On

Accreditata a tutti e quattro i componenti della band, questo brano scritto da Brian May rappresenta l’ultimo singolo pubblicato dalla band con Freddie Mercury prima del 24 novembre 1991, giorno della prematura scomparsa del frontman.

Keep Yourself Alive

Brian May non scrisse l’ultimo singolo di sempre della band ma anche il primo. Pubblicata nel luglio 1973 la canzone non andò mai in classifica ma fece nascere la leggenda dei Queen.

Now I’m Here

Uno dei brani preferiti di Freddie da portare sul palco. Pubblicata nel 1975 all’interno dell’album Sheer Heart Attack racconta l’esperienza della band durante il tour americano dell’anno precedente con i Mott The Hoople.

Fat Bottomed Girls

Pubblicata nell’album Jazz del 1978 assieme a Tie You Mother Down è una delle canzoni con il riff più duro e riconoscibile della produzione dei Queen degli anni ’70. Il brano ottenne una seconda rinascita dopo l’inseriemnto nella colonna sonora della serie TV Glee.

Scandal

Anche se accreditata all’intera band, il brano venne scritto da Brian May a seguito del divorzio dalla moglie Christine e rappresenta un duro attacco ai giornali scandalistici dovuto alle sue esperienze con i paparazzi durante la relazione con la star della soap opera Anita Dobson, diventata sua moglie nel 2000.

Fonte : Virgin Radio