Guns N’ Roses, ecco come uno scherzo fece rendere conto a Slash che il grunge aveva spazzato via la fama della band

Durante una recente intervista l’ex chitarrista dei Guns N’ Roses Gilby Clarke ha raccontato di come uno scherzo fuori da un noto locale di Hollywood fece rendere conto alla band di come il grunge avesse cambiato per sempre la scena musicale degli anni ’90.

Il chitarrista ha raccontato di come Axl fosse il più attento alla nuova scena musicale e di come a differenza sua o di Slash apprezzasse le nuove band: “Axl era sempre sul pezzo. Amava i Nirvana, amava i Soundgarden, amava i Pearl Jam. Gli piacevano molte di quelle band molto di più di quanto piacessero a me, a Slash e Duff… Noi siamo stati un po’ più lenti a capire il cambiamento rispetto a lui“.

Per capire meglio quanto la nuova scena musicale avesse cambiato radicalmente la percezione dei Guns N’ Roses per i giovani di Los Angeles, il chitarrista ha raccontato un episodio in particolare che sconvolse Slash e la band: “una notte io e Slash stavano uscendo dal Rainbow Bar & Grill a West Hollywood, in California. Qualcuno si accorse di Slash e disse ‘Oh, mio ​​Dio, guarda, è Slash!’. Ma lo disse ridendogli addosso, quasi fosse un personaggio uscito dai cartoni animati, non Slash dei Guns N ‘Roses… Tre o quattro anni prima Slash era considerato il figlio di put***a più figo del pianeta!. Alcune band stavano iniziando ad essere considerate come i cartoni animati piuttosto che avere credibilità musicale“.

Fonte : Virgin Radio