Hanoi, il Covid-19 colpisce anche il Congresso del Partito comunista

Ridotto di un giorno il periodo del Congresso. L’aeroporto internazionale di Quảng Ninh chiuso per 15 giorni. La città di Chí Linh in lockdown. Preoccupazione per la diffusione del virus attraverso “lavoratori stranieri” e operai delle fabbriche. Il premier Nguyen Xuan Phuc ha promesso che il Vietnam avrà il vaccino entro il primo trimestre del 2021. Approvato oggi il vaccino AstraZeneca.

Hanoi (AsiaNews) – Una nuova ondata di infezioni nel nord del Paese, nel triangolo Hà Nội – Hải Phòng – Quảng Ninh, ha costretto la leadership del Partito comunista a ridurre di un giorno i tempi del Congresso, che si svolge nella capitale.

Fino a pochi giorni fa in Vietnam il contenimento del coronavirus aveva avuto successo. Grazie a test di massa e a programmi di quarantena (foto 1), il bilancio è arrivato a 1739 casi in un anno e 35 morti. Ma nei giorni scorsi vi sono stati 105 nuovi casi, tutti nel triangolo del Nord, che ha spinto le autorità a chiudere l’aeroporto internazionale di Quảng Ninh (foto 2) e la città di Chí Linh (provincia di Hải Dương). L’aeroporto rimarrà chiuso per due settimane; la città di Chí Linh (foto 3), con 146.752 abitanti subirà il lockdown: alla gente è permesso lasciare la casa solo per acquistare cibo, medicine, altri materiali di emergenza, o per andare a lavorare.

Lo scorso 27 dicembre, il Comitato del popolo della provincia di Hải Dương ha chiesto al Dipartimento di sanità della provincia di fermare l’entrata di tutti i “lavoratori stranieri” e di obbligarli a una quarantena negli alberghi della provincia.

Siccome si teme che il virus si propaghi molto velocemente, il ministero della Salute ha chiesto alla provincia di iniziare a costruire “ospedali da campo” per accogliere un probabile crescente numero di pazienti.

A Chí Linh, la fonte del virus è stata trovata nella fabbrica elettronica Poyun (foto 4). Secondo Nguyễn Thanh Long, ministro della Sanità, dalla fabbrica il virus si può diffondere facilmente ovunque perché “gli operai lavorano in turni e quando finiscono, ritornano ai loro dormitori o alle loro case nella provincia”.

Il ministro della Salute riporta che oggi vi sono state ancora 32 nuove infezioni a Hải Dương e 2 nella provincia di Quảng Ninh.

Al Congresso del Partito, il premier Nguyen Xuan Phuc ha promesso che il Vietnam avrà il vaccino entro il primo trimestre del 2021. Dopo queste affermazioni, il ministero della Salute ha approvato oggi il vaccino AstraZeneca. Il governo pensa di procurarsi almeno 30 milioni di dosi.

Fonte : Asia