Temporali e grandine in Veneto, strade trasformate in fiumi di fango: allerta per tutta la notte

È allerta gialla per rischio maltempo in molte zone del Veneto dove dal primo pomeriggio di oggi mercoledì 31 luglio è iniziato a piovere intensamente e temporali e nubifragi hanno interessato soprattutto l’area del Vicentino. In pochi minuti molte zone hanno visto cadere a terra diversi centimetri di acqua con conseguenti allagamenti istantanei. Alcuni centri sono stati colpiti da vere e proprie bombe di acqua, in altri casi la pioggia torrenziale è stata preceduta e accompagnata da grandinate intense e raffiche di vento forte. Il maltempo ha colpito prima l’Alto vicentino e poi anche le altre zone della provincia facendo scattare l’allarme in molte zone. Numerose le foto e i video pubblicati dai residenti sui social per testimoniare quanto accaduto. Allagamenti sono stati segnalati in zona industriale ad Arzignano dopo un breve ma intenso temporale. Grandine a Sovizzo, Thiene e Schio e anche nel capoluogo mentre strade trasformate in piccoli torrenti a Piovene Rocchette.

Residenti bloccati in casa e salvati dai pompieri a a Piovene Rocchette

Nella cittadina di Piovene l’acqua in breve tempo si è trasformata in una colata di fango e sassi dopo che un bacino formato dalla forte pioggia sul monte Summano si è scaricato a valle invadendo le strade del paese. Alcuni anziani residenti sono rimasti bloccati in casa ed è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco per portarli in salvo al sicuro. I pompieri sono stati impegnati in decine di interventi in tutta la provincia vicentina anche se fortunatamente non si registrano feriti. Nell’arco di due ore, tra le 13 e le 15, infatti violenti temporali hanno spazzato l’intera provincia , con grandinate che hanno interessato il bassanese e altri paesi della fascia pedemontana.

Allerta gialla per maltempo in Veneto fino alle 8 di giovedì

Le previsioni meteo per le prossime ore in Veneto indicano ancora una situazione generalmente analoga con maltempo diffuso in tutta la regione. Per questo il Centro Funzionale Decentrato della Protezione civile della Regione ha emesso un avviso di criticità con allerta gialla per diverse aree valevole fino alle 8 di giovedì 1 agosto. “Nel pomeriggio-sera di oggi  e nella notte, altri temporali potrebbero verificarsi in alcune parti del territorio veneto” spiegano dalla Regione , aggiungendo: “Alla luce di queste previsioni meteo, lo Stato di Attenzione per Criticità Geologica e Idraulica sulla Rete Secondaria è dichiarato sui bacini idrografici Alto Piave, Piave Pedemontano, Alto Brenta Bacchiglione Alpone, Adige Garda Monti Lessini. Per la sola Criticità Idraulica sulla Rete Secondaria, lo Stato di Attenzione riguarda i bacini Basso Piave Sile Bacino Scolante in Laguna, e Livenza Lemene Tagliamento. Lo Stato di Attenzione rinforzata rimane in vigore nell’area della frana di Borca di Cadore, in provincia di Belluno”.

Fonte : Fanpage