Spari a Rocca Cencia: individuate le tre persone che hanno tentato di investire un militare

Le tre persone che sono scappate a bordo di un’auto dopo aver quasi investito un militare dell’Esercito Italiano in presidio davanti al tmb di Rocca Cencia sono state individuate. Gli agenti della Polizia di Stato che indagano sull’accaduto sono riusciti a risalire alla loro identità. Gli investigarori del VI Distretto Casilino, diretto da Miche Peloso sono riusciti a trovarli grazie alle accurate verifiche e hanno informato l’Autorità Giudiziaria e i responsabili dovranno rispondere delle accuse a proprio carico. Si tratta di tre persone già note alle forze dell’ordine, di 46, 31 e 28 anni parenti tra loro, ma sono ancora in  corso gli accertamenti per stabilire chi si trovasse effettivamente al volante della monovolume al momento dell’accaduto.

Hanno tentato di investire un militare che ha sparato due colpi

I fatti risalgono al primo pomeriggio di mercoledì scorso 27 gennaio, quando l’auto con a bordo le tre persone, dopo aver provocato un incidente, ha cercato di travolgere un militare in servizio nell’ambito operazione ‘Strade sicure’ che gli aveva intimato l’alt. Erano circa le ore 14 quando c’è stato un tamponamento tra tre vetture, l’auto in questione è poi finita nel vicino piazzale antistante lo stabilimento Ama, dov’è presente una postazione di militari in servizio nell’ambito dell’operazione “Strade sicure”. Alla vista dei militari che hanno chiesto loro di fermarsi, il conducente è ripartito all’improvviso, mancando di poco uno dei soldati che ha aperto il fuoco, sparando due colpi con l’arma in dotazione, uno sullo pneumatico e uno in aria. Il monovolume ha proseguito la corsa ed è stato ritrovato abbandonato da una pattuglia della Polizia di Stato, mentre le tre persone che erano a bordo sono scappate a piedi e successivamente rintracciate.

Fonte : Fanpage