Armie Hammer, l’ex-moglie contro il film di Guadagnino sul cannibalismo: ‘Non ho parole’

Lo scandalo che ha coinvolto Armie Hammer è quanto di più assurdo sia mal saltato fuori dal gossip hollywoodiano: la star di Chiamami col tuo Nome, come saprete, è stata accusata di cannibalismo dopo alcuni messaggi equivocabili inviati ad alcune ragazze. A gettare (involontariamente?) benzina sul fuoco arriva ora il nuovo film di Luca Guadagnino.

S’intitola Bones & All il nuovo film del regista di Suspiria e, come chi ha già letto i dettagli relativi alla trama saprà, seguirà le vicende di una ragazza di 16 anni abbandonata dalla madre a causa della sua irrefrenabile voglia di mangiare carne umana.

Pur trattandosi senz’altro di una coincidenza (il film muove i suoi passi a partire dall’omonimo libro uscito nel 2016 e la sua sceneggiatura non è certo stata partorita in un mese), la cosa non è ovviamente passata inosservata e, se da un lato ha scatenato l’ironia del web, non ha mancato di suscitare le ire dell’ex-moglie di Armie Hammer: “Non. Ho. Parole” ha commentato Elizabeth Chambers, che già nei giorni scorsi si era detta scioccata dalle accuse rivolte ad Hammer.

Vedremo se Guadagnino e Timothée Chalamet, che tornerà a lavorare con il regista in Bones & All, decideranno di commentare in qualche modo la faccenda; di recente, intanto, Armie Hammer ha abbandonato il cast di Shotgun Wedding in seguito allo scandalo in cui è coinvolto.

Fonte : Everyeye