Ferro, scienza e progresso. Ostiense e l’archeologia industriale

Ci fu un tempo in cui Roma, ormai divenuta capitale dello stato unitario d’Italia, trasformò le sue antiche vestigia marmoree in complesse opere in metallo ed energia elettrica. All’ombra della Basilica di San Paolo fuori le mura, il quartiere e l’omonima via Ostiense conservano gelosamente ancora oggi  le più importanti testimonianze di questa  rivoluzionaria fase evolutiva del progresso scientifico ed economico, che interessò soprattutto l’area a sud di Roma tra il XIX e XX secolo.

Esperide condurrà tra i gazometri, la centrale elettrica Montemartini, le strade ferrate per il trasporto dei treni tra la stazione Ostiense e la linea Roma-Lido, ponti di ferro moderni e contemporanei, empori e i Mercati Generali, che nell’insieme costituirono all’epoca un interessante distretto produttivo – commerciale.

Nonostante la palese diversità stilistica architettonica, questo distretto riusciva a vivere serenamente in armonia con le adiacenti e antiche mura imperiali romane. Le sempre più moderne vie di comunicazione, poi, facilitarono maggiormente lo sviluppo anche residenziale del quartiere Ostiense, che rimase legato alle funzionalità della vita quotidiana di operai e artigiani, una realtà faticosa che rendeva la borgata uno scenario ideale per le letture inquiete nel pieno del boom economico del poeta Pier Paolo Pasolini. Ormai cadute in disuso da molto tempo, le vecchie e grandi strutture e gli imponenti fabbricati sono diventate nel tempo il nucleo centrale della cosiddetta “archeologia industriale” romana. Essi giacciono oggi come antichi ruderi di un passato maestoso, positivista e progressista, che lascia agli occhi del visitatore l’incanto crepuscolare di un mondo lontano, ma non molto.

Per ulteriori informazioni visita il sito: https://esperide.it/attivita/ferro-scienza-e-progresso-ostiense-e-larcheologia-industriale/
Per prenotare: info@esperide.it oppure al 3394750696 – 3498926716

ESPERIDE RICORDA:
• Tutte le visite guidate saranno condotte nel rispetto delle normative vigenti. Vi invitiamo pertanto a prendere visione del nuovo regolamento che adotteremo cliccando su https://esperide.it/covid-19-avviso/
• Appuntamento: davanti al palazzo della Croce Rossa in via Antonio Pacinotti 18
• Contributo: 10€ intero, 5€ ridotto (under 18, disabili e portatori di handicap). Non inclusi: quota associativa annuale per chi non è iscritto: 4 € (vedi sezione regolamento) Il noleggio degli auricolari è obbligatorio e incluso nel contributo richiesto.
• In caso di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, la visita sarà annullata, previo preavviso di almeno due ore prima l’orario di inizio della stessa.

Fonte : Roma Today