Coronavirus, il bollettino di oggi 29 gennaio 2021: i nuovi casi Covid e le regioni che cambiano colore

Coronavirus, il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi venerdì 29 gennaio 2021 sarà pubblicato intorno alle ore 17:00. Nel primo pomeriggio conosceremo le indicazioni della cabina di regia per la nuova ordinanza del ministro Speranza che cambierà i colori di alcune regioni in base alle nuove fasce di rischio (probabile il passaggio della Sicilia in area arancione e del Veneto in area gialla). In diretta le ultime notizie sulla pandemia in arrivo dalle regioni con gli importanti aggiornamenti sui numeri di contagi da Sars-Cov-2.

L’ultimo bollettino coronavirus pubblicato ieri 28 gennaio registrava 14.372 nuovi casi di contagio da Sars-Cov-2 su 164.216 tamponi molecolari (8.2%) e 110.963 test rapidi (0.79%). 492 i decessi correlati al Covid-19 mentre negli ospedali sono 2.288 i pazienti che necessitano di un ricovero in terapia intensiva, 64 in meno di ieri al netto di oltre 100 nuovi ingressi. 

Coronavirus, il bollettino di oggi venerdì 29 gennaio 2021

articolo aggiornato alle ore 15:08 clicca qui per aggiornare la pagina 

  • Nuovi casi: — (ieri 14.372)
  • Casi testati: — (ieri 96.755)
  • Tamponi (diagnostici e di controllo): — (ieri 275.179)
    • molecolari: — (ieri 164.216 di cui 13.476 positivi pari al 8.2%)
    • rapidi: — (ieri 110.963 di cui 884 positivi pari al 0.79%)
  • Attualmente positivi: — (ieri 474.617, -3.352)
  • Ricoverati: — (ieri 20.778, -383)
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: — (ieri 2.288, -64, 102 nuovi)
  • Totale casi positivi: — (ieri 2.515.507)
  • Deceduti: — (ieri 87.381, +492)
  • Totale Dimessi/Guariti: — (ieri 1.953.509, +17.220)
  • Vaccinati: 392.504 (1.713.362 dosi somministrate*) 
    *si tratta del 73.9% delle 2.272.335 dosi consegnate da Pfizer e delle 46.800 consegnate da Moderna al 29 gennaio. Sul sito del Governo il report aggiornato dei vaccini. L’Italia ha opzionato in tutto circa 226 milioni di dosi dei diversi vaccini anti Covid da qui al secondo trimestre 2022. Oggi una ulteriore tegola: dopo Pfizer e AstraZeneca, anche Moderna consegnerà ora meno dosi: nella settimana del 8 febbraio invierà 132.000 dosi invece delle preventivate 166.000 (-20%). Quanto al contenzioso aperto con Pfizer il Commissario Arcuri ha chiarito che “dal 18 gennaio, data in cui unilateralmente Pfizer ha comunicato che – su indicazione Ema – in ogni fiala c’erano 6 dosi e non 5, ci saremo aspettati che ci avesse chiesto il pagamento del 20% in più e non la riduzione delle dosi”.

I focolai di coronavirus: i dati regione per regione

In attesa di conoscere intorno alle 17:00 i numeri del bollettino coronavirus comunicati dal Ministero della Salute, vediamo gli aggiornamenti in diretta dalle singole regioni iniziando dalle situazioni più calde.

Le zone in area rossa*:

  • Alto Adige: 590 nuovi casi e 3 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti stabili, ricoveri +3. Raccomandato il solo utilizzo delle mascherine Ffp2
  • Sicilia

*Vietati gli spostamenti non essenziali (necessaria l’autocertificazione per uscire di casa). I bar e ristoranti sono chiusi tutto il giorno, consentito solo l’asperto. Chiusi anche i negozi, tranne parrucchieri e i centri estetici.

Le zone in area arancione**:

  • Valle d’Aosta
  • Piemonte
  • Lombardia
  • Liguria
  • Veneto: 985 nuovi casi e 53 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -9, ricoveri -90 
  • Friuli Venezia Giulia
  • Emilia Romagna
  • Marche: 371 nuovi casi.
  • Umbria: 335 nuovi casi e 7 decessi. Saldo ospedalizzati: ti -1, ricoveri +11
  • Lazio
  • Abruzzo: 343 nuovi casi e 7 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti stabili, ricoveri -10
  • Puglia: 1.069 nuovi casi e 24 decessi. Saldo ospedalizzati: +2
  • Calabria:
  • Sardegna

**Gli spostamenti sono permessi dalle 5 alle 22 ma con autocertificazione; sarà vietato uscire dal proprio comune. I bar e ristoranti sono chiusi tutto il giorno, consentito l’asporto. Aperti invece i negozi, i parrucchieri e i centri estetici. Consentito lo sport non di contatto come il tennis

Le zone in area gialla***:

  • Trentino
  • Toscana: 594 nuovi casi e 26 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti stabili, ricoveri -13
  • Campania
  • Molise: 79 nuovi casi e 2 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -1, ricoveri +5
  • Basilicata: 48 nuovi casi e 3 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +2, ricoveri -3

***Fino al 15 febbraio la zona gialla è rinforzata: pertanto restano sospesi gli spostamenti tra le regioni anche dello stesso colore. Possibile muoversi dalle 5 alle 22. Nei bar consentito l’asporto fino alle 18. Ristoranti aperti fino alle 18 poi solo asporto o consegna a domicilio. Sarà possibile frequentare i musei ma non nei festivi. Consentito spostarti in visita al massimo in due persone più gli under 14 e eventuali disabili a carico.

Coronavirus, la situazione negli ospedali

Un dato confortante però c’è: la situazione negli ospedali è in miglioramento (33% l’occupazione dei posti letto in area non critica, 27% in terapia intensiva). Sono quattro le regioni che presentano situazioni “preoccupanti” ovvero sono oltre soglia.

monitoraggio ospedali-2

Secondo il monitoraggio dell’agenzia Ageans sotto osservazione restano in particolar modo Umbria, Puglia, Friuli Venezia Giulia e Marche. 

monitoraggio ospedali regioni in difficolta-2

Coronavirus, le ultime notizie

Il 15 febbraio 2021 scade la chiusura degli impianti da sci mentre dovrà essere valutata la possibile ripresa della mobilità tra le regioni (ovviamente solo tra quelle gialle).

Il 5 marzo 2021 scadono le norme e i divieti stabiliti dal nuovo Dpcm. Pertanto fino a marzo resteranno chiuse palestre e piscine, così come i cinema. Sarà inoltre possibile andare a trovare parenti o amici solo una volta al giorno e nel limite di due persone, nella stessa regione se questa è in zona gialla, o nel comune se è in zona arancione o rossa.

Ultima data per ora certa è quella del 30 aprile 2021 in cui scadrà la proroga dello stato di emergenza grazie al quale il governo può legiferare con ordinanze in deroga alle disposizioni di legge.

colori regioni da 24 gennaio-2

La mappa dell’Italia in base alle Ordinanze del Ministro della salute del 22 e del 23 gennaio 2021. Qui le FAQ, relative alle disposizioni settoriali delle tre aree (

Fonte : Today