Il bar con 8 pregiudicati senza mascherina aperto oltre l’orario previsto

Redazione 29 gennaio 2021 11:57

Bar chiuso per 5 giorni a via Santa Maria a Cubito, nel quartiere Marianella a Napoli. I carabinieri della stazione Napoli Marianella sono intervenuti ieri sera verso le 20 all’interno dell’attività commerciale, constatando l’assembramento di 8 persone, tutte già note alle forze dell’ordine, che erano sprovviste di mascherina. Sanzionati il titolare del bar e i clienti. La sanzione per il locale, che era in attività oltre l’orario previsto dalle norme anti contagio, è recidiva e reiterata.

Il titolare, infatti, era stato già sanzionato dai carabinieri a dicembre scorso per una violazione analoga. Ad oggi questo è il sesto locale chiuso dai carabinieri della compagnia Napoli Vomero: 5 nel quartiere Marianella e uno nel quartiere Vomero.

Le regole per i bar nelle regioni in zona gialla

Oggi, venerdì 29 gennaio, è previsto l’annuncio dell’ordinanza del ministero della Salute che cambierà colore alle regioni in zona gialla, arancione e rossa a partire da domenica 31 gennaio in base al report numero 36 del monitoraggio dell’Istituto superiore di sanità e della cabina di regia Benessere Italia. Al momento la regione Campania è in zona gialla. In quest’area è possibile consumare cibi e bevande all’interno dei bar, dei ristoranti e delle altre attività di ristorazione, dalle 5.00 alle 18.00. Negli stessi orari è consentita senza restrizioni la vendita con asporto di cibi e bevande. La vendita con asporto è possibile anche dalle 18.00 alle 22.00, ma è vietata in tali orari ai soggetti che svolgono come attività prevalente quella di bar senza cucina (e altri esercizi simili – codice ATECO 56.3) o commercio al dettaglio di bevande (codice ATECO 47.25). La consegna a domicilio è consentita senza limiti di orario, ma deve comunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti.

Nelle aree o negli orari in cui è sospeso il consumo di cibi e bevande all’interno dei locali, l’ingresso e la permanenza negli stessi da parte dei clienti sono consentiti esclusivamente per il tempo strettamente necessario ad acquistare i prodotti per asporto e sempre nel rispetto delle misure di prevenzione del contagio. Non sono comunque consentiti gli assembramenti né il consumo in prossimità dei locali.
 

Fonte : Today