Dall’ex deposito al Flaminio a quello di San Paolo, sfilza di aste per gli immobili Atac tra marzo e aprile

Proseguono le aste per la vendita degli immobili di proprietà dell’Atac, nell’ambito del concordato preventivo avviato dall’azienda dei trasporti capitolina per ripianare un debito da oltre un miliardo di euro. Tra marzo e aprile 2021 scadranno i termini per la presentazione delle offerte per quasi tutte le proprietà in vendita. Le date per le aste sono già state fissate. Sul sito della società di intermediazione immobiliare Yard Re sono stati pubblicati i profili di tutte le 15 proprietà che Atac ha messo in vendita, tra uffici, ex rimesse, terreni e appartamenti, per un valore totale di 91 milioni di euro.

Tra questi c’è la sede di Roma Metropolitane, società capitolina che si occupa della progettazione delle metro, situata in via Tuscolana, la cui data di vendita è stata fissata per il 17 marzo 2021. Prezzo a base d’asta 10milioni e 625mila euro.

Ci sono poi le tre ex rimesse Atac di via Alessandro Severo, a San Paolo, di piazza Bainsizza nel quartiere Flaminio, e di piazza Ragusa, che nel 2018 l’amministrazione Raggi aveva trasformato in sede temporanea per eventi di varia natura. Per qualche mese sono stati chiamati ‘PratiBus District’, ‘Ragusa Off’ e ‘San Paolo Garage’. Tutti e tre, negli anni, sono stati al centro delle attenzioni dei cittadini dei quartieri in cui sorgono, che chiedevano la possibilità di avviare progettazioni partecipate. La vendita per tutti e tre è fissata per il 22 aprile 2021. L’ex deposito di via Alessandro Severo è in vendita per 8milioni e 700mila euro; quello di piazza Bainsizza per 16milioni e 400mila euro; piazza Ragusa per 10milioni e 500mila euro.

Torna all’asta anche lo stabile di via Lucio Sestio, trasformato ormai da dodici anni in una casa per le donne vittime di violenza e in uno spazio sociale e culturale impegnato contro le discriminazioni di genere. Dopo che i primi due appuntamenti sono andati a vuoto, tornerà all’asta il 17 marzo 2021. La Regione Lazio ha già fatto sapere di essere interessata ad acquistarlo e ha approvato una delibera di Giunta per lo stanziamento dei fondi necessari.

In vendita, oltre a questi immobili, ci sono anche dei terreni edificabili. Alcuni sono posizionati in zone centrali, come quello di via Libetta, dove un lotto verrà messo in vendita il 18 marzo 2021 con una base d’asta da 12milioni e 325mila euro. Il 20 aprile 2021 è in programma anche l’asta per tre complessi immobiliari. Uno collocato in viale della Piramide Cestia, uno in via Monza e l’ultimo in viale del Policlinico. Base d’asta, per tutti e tre, si aggira attorno ai 3milioni e mezzo di euro.

Fonte : Roma Today