Caos zona rossa, flash mob sotto Palazzo Lombardia: “Un pallottoliere per Fontana e Moratti”

Un flash mob davanti a Palazzo Lombardia armati di mascherine, bandiere, cartelli e calcolatrici. La protesta delle opposizioni per il caso della zona rossa scattata per un errore nei calcoli dei positivi al Coronavirus è andata in scena questa sera, tra rabbia e ironia. “Un… pallottoliere per Fontana e Moratti”, recita uno slogan in riferimento agli errori nei dati.

Erano qualche centinaio i militanti del Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, Italia Viva e di alcune associazioni, dall’Arci alle Acli, che si sono ritrovati davanti alla sede dell’amministrazione regionale. Il motto ‘Ora basta. I vostri fallimenti non si contano più’. Presenti, oltre ad alcuni sindaci e consiglieri regionali di opposizione, anche rappresentanti del movimento studentesco, commercianti, badanti, professionisti dello spettacolo, medici di famiglia e insegnanti.

Circa 600 persone, distanziate e munite di cartelli e calcolatrici, hanno riempito Piazza Lombardia per chiedere le dimissioni della giunta Fontana. Oltre 200 quelle connesse alle diretta dell’evento su Facebook, che in due giorni ha raggiunto quasi 300mila persone.

Per Massimo De Rosa, capogruppo M5S Lombardia, torna a chiedere le dimissioni del governatore: “La Lombardia è allo stremo: questa gestione improvvisata dell’emergenza Covid va contestata con ogni mezzo. Per quanto ci riguarda la manifestazione è solo il primo passo. Stiamo predisponendo in queste ore una mozione di sfiducia al presidente: il futuro della Lombardia non può essere lasciato all’improvvisazione. Siamo sicuri che sulla mozione ci sarà un’ampia convergenza delle forze politiche di opposizione in consiglio regionale”

.

Fonte : Fanpage